Profilo Docente

Anna Meschini Pontani

Professore ordinario

Telefono: 0498274606 - Email: anna.pontani@unipd.it

(L-FIL-LET/07)

All'Università di Roma, che ho frequentato negli anni 1968-1972, ho studiato in particolare filologia classica, letteratura greca, paleografia greca e paleografia latina, seguendo i corsi di Scevola Mariotti, Carlo Gallavotti Enrica Follieri, Guglielmo Cavallo, Augusto Campana, Armando Petrucci. Mi sono laureata in letteratura greca con Luigi Enrico Rossi.

Dal 1972 lavoro ininterrottamente nell'Università di Padova, dove sono stata nell'ordine: assistente incaricata di Filologia bizantina (1972-1973), assistente di ruolo (1973- 1980), prof. associato (1983-1987) della stessa disciplina, della quale sono professore di ruolo dal 1987.

L'edizione, la traduzione e il commento di testi greci (in prosa e in poesia) di età bizantina, umanistica e rinascimentale hanno caratterizzato sin dall'inizio la mia attività: ricordo le edizioni degli epigrammi greci di Giano Lascaris e di altre sue opere in latino e in volgare, oltre a un' ampia scelta del suo epistolario, e saggi o edizioni di altri testi prevalentemente inediti di umanisti greci e occidentali dei secoli XV-XVII, i cui nomi si ricavano dalla mia bibliografia. 

Altro campo costantemente coltivato è quello relativo ai manoscritti greci. Ho studiato l'attività scoliastica che copisti e filologi hanno consegnato ai margini di codici, incunaboli e altri paleotipi soprattutto dell' Antologia Greca. Ho indagato inoltre i marginalia crisolorini agli autori classici, scoprendo il valore diagnostico della presenza di un titulus bilingue per individuare i codici che facevano parte della biblioteca di Manuele Crisolora. Ho censito e pubblicato i Graeca di Ciriaco d'Ancona, e avviato studi sulla scrittura del greco epigrafico in Occidente, che hanno contribuito a chiarire anche in ambito storico-artistico la natura e la funzione di quelle che io chiamo maiuscole greche antiquarie. 

Di particolare impegno è stato lo studio della storia dell'esegesi e dell'iconografia del Titulus crucis trilingue, perseguito nel corso di un ventennio e che si concluderà con la pubblicazione imminente di una monografia esaustiva sull'argomento. 

Apparirà sui "Quaderni per la Storia dell'Università di Padova" del 2013 l'edizione del carteggio di Simone Assemani e Giovanni Cristofano Amaduzzi (1786-1791, ca. 100 lettere), a conclusione dei miei studi sulla biografia e bibliografia di Simone Assemani, orientalista romano-padovano di livello europeo, ancorché sinora negletto, da annoverare tra i fondatori della numismatica islamica. 

Fulcro dei miei studi nell'ambito proprio della bizantinistica è da più di un ventennio la Narrazione cronologica di Niceta Coniata, di cui è ora in stampa presso la Fondazione Lorenzo Valla il terzo e conclusivo volume dell'edizione italiana affidata alle mie cure (testo greco di J.L.van Dieten con traduzione italiana e commento perpetuo di impronta storico-filologica). Nel 2015 apparirà presso lo stesso editore e di nuovo a mia cura un' edizione del I volume della stessa opera (in sostituzione del volume  apparso nel 1994). Dello stesso Niceta ho curato in forma autonoma l'edizione, commentata per la prima volta in modo esaustivo e accompagnata dalla traduzione italiana, dell'operetta De statuis (inclusa nell'edizione corrente della Narrazione cronologica, ma da essa indipendente). Questo testo è di grande rilievo per gli studi di archeologia classica e storia dell'arte antica, medievale e moderna; lo mostrano le sue connessioni con i temi maggiori di questi ambiti di studio diversi dal mio proprio, che ho avuto modo di mettere in luce per la prima volta. Di particolare importanza risulta quanto argomento in merito  alla Lunga vita della Lupa Capitolina. 

Negli studi da me condotti negli ambiti suddetti, diversificati nel tempo e nello spazio, è emersa da circa otto anni come dato costante e unificante l'importanza decisiva della musica medievale, in particolare di quella bizantina. Poiché questa linea di ricerca è molto specialistica e ancora germinale, ho promosso e guidato, in collaborazione con specialisti del settore, studi sul problematico corpus innografico di Fozio, il più noto patriarca bizantino.  Grazie alla singolare perizia di una giovane musicista diplomata in pianoforte e fornita di adeguato curriculum di concertista, che ha studiato la bizantinistica con me, ho avuto il privilegio di poter patrocinare l' edizione di questo corpus innografico ispirata a criteri innovativi, in quanto detta edizione, che affronta ora la fase della stampa,  tiene conto non solo degli aspetti paleografico-codicologici e filologici dell'innografia, ma nello stesso tempo anche di quelli propriamente musicali, con risultati che, già presentati in pubblicazioni e congressi, hanno sempre riscosso il consenso unanime della comunità scientifica internazionale.

Si avvertono gli studenti e gli interessati che a far data dal 1 ottobre 2015 il ricevimento nello studio 3 del Palazzo Liviano (Storia antica) dovrà essere concordato per e-mail con me, con un congruo preavviso.


Linee di Ricerca
 1) L'età comnena riflessa nell'opera di Niceta Coniata: filologia, storia, arte, archeologia.
2) La lunga vita della Lupa Romana: le copie bronzee dalla spina dell'Ippodromo di Costantinopoli ad oggi.
3) L'archivio dell'orientalista Simone Assemani (Roma 1752- Padova 1821). Edizione e commento dei suoi epistolari e documenti fino al 1791.

Moodle - Didattica online

E' attiva la nuova piattaforma per la didattica on line "Moodle" della Scuola di Scienze Umane accessibile dagli studenti tramite le credenziali di posta elettronica istituzionale dove si potranno trovare i materiali didattici (dispense dei corsi), liste di iscrizioni a varie attività, forum di discussione, messaggi ed avvisi relativi ad insegnamenti e corsi di laurea.

Tutto il materiale didattico dei corsi è reperibile nella nuova piattaforma all'interno del Corso di Laurea e dell'Insegnamento specifico (cliccare sulla voce "Insegnamenti attivati in Moodle" oppure, per insegnamenti di altri corsi di laurea, cliccare sulla voce "Insegnamenti di XXXXX negli spazi Moodle di altri CdL").


Home Page Moodle Dipartimento dei Beni Culturali
www.beniculturali.unipd.it/moodle

Materiale didattico (ultimo aggiornamento febbraio 2014)

Le dispense sono localizzate su aree di storage con accesso esclusivo e protette da password che i docenti comunicano agli studenti dei corsi: le password non possono essere diffuse ad altri soggetti o rese pubbliche. Le dispense sono riservate ad un uso esclusivamente interno per scopi scientifici e didattici: qualsiasi altro loro utilizzo non è autorizzato.
Secondo il comma 1-bis dell’articolo 70 LdA del gennaio 2008 "E' consentita la libera pubblicazione attraverso la rete Internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro."
Le dispense sono archiviate in modalità diverse a seconda del loro contenuto e della loro articolazione: nella maggior parte dei casi è necessario fornirsi dell'ultima versione di Adobe Reader.
Info & Avvisi

si avvisano gli studenti del corso di Civiltà bizantina triennale e quelli della magistrale che giovedì 29 ottobre la lezione si terrà a Via Vescovado aula STO 1, dalle h. 16,30 alle 18,15.
Verrà commemorata, con un giorno di ritardo, la battaglia di Ponte Milvio con la quale Costantino il grande sconfisse il suo rivale Massenzio,suo collega nella tetrarchia, residente nella città imperiale; ucciso il rivale, egli si impadronì della città eterna.