Profilo Docente

Antonio Lovato

Professore associato confermato

Telefono: 0498274668 - Email: antonio.lovato@unipd.it

(L-ART/07)

Dopo avere insegnato dal 1994 al 2000 Storia della liturgia cattolica e problemi di musica liturgica presso l’Università di Bologna (sede di Ravenna), dal 2001 è professore associato confermato presso l’Università di Padova, dove insegna Storia della musica antica, medievale e rinascimentale ed è referente dei laboratori di musicologia. Dal 2002 è componente del collegio dei docenti della Scuola di Dottorato in Storia e Critica dei Beni culturali dell'Università di Padova, per la quale organizza cicli di lezioni interdiciplinari, giornate di studio e il seminario Ars Organi. Dal 2013 presiede la Commissione didattica del Dipartimento dei Beni culturali ed è componente della Commissione Scientifica dell’Area 12.
Collabora ai progetti di ricerca interuniversitari Archivio fotografico e catalogo informatico dei manoscritti medievali e rinascimentali di musica e di teoria musicale (ARCHANGELUS) e Medioevo veneto e Medioevo europeo. Identità e alterità (MEVE). È responsabile scientifico dell'unità di ricerca di Padova per i progetti interuniversitari Il canto piano con elementi mensurali 1350-1750 (RAPHAEL) e Arti figurative e musica nei periodici di area settentrionale dell’Ottocento e del Novecento in prospettiva nazionale e internazionale: archivio informatico e analisi critica, e del progetto di ateneo Corali miniati nel Veneto (sec. XIV): immagini, testo e musica.
È componente dei comitati scientifici della rivista «Rassegna Veneta di Studi Musicali», di «Fonti relative a Testi e Monumenti della Cultura Musicale Veneta», dell’«Associazione Veneta per la ricerca delle fonti musicali» e dirige l’annuario «Musica e Figura». È membro del comitato direttivo dell’Istituto per la storia ecclesiastica padovana e del gruppo di studio TRA.D.I.MUS. Dal 2006 presiede il Comitato Scientifico della Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia.
Nel 2000 è stato docente al Corso di formazione professionale per direttori di coro di musica sacra promosso da FSE-Regione dell’Umbria; nel 2002 e nel 2003 è stato componente della giuria del 50° e 51° Concorso polifonico internazionale «Guido d’Arezzo; nel 2003-2004 è stato componente del Comitato scientifico per la realizzazione della mostra Francesco Petrarca e il suo tempo. Nel 2004 ha diretto il progetto Esperto nella gestione e valorizzazione dei beni musicali promosso da FSE-Regione del Veneto in collaborazione con Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia, Fondazione Biennale di Venezia, Fondazione Giorgio Cini di Venezia, Fondazione Querini Stampalia di Venezia, Università degli studi di Padova e Università degli studi di Venezia. Dal 2008 dirige il Seminario residenziale di canto gregoriano Psallite sapienter, promosso dalla Fondazione Levi in collaborazione con l’Istituto di Liturgia Pastorale e l’Abbazia di Santa Giustina a Padova. Nel 2009 è stato nominato presidente del Comitato regionale per le celebrazioni del quarto centenario della morte di Giovanni Matteo Asola e Giovanni Croce, curando nel 2010 la mostra Tesori della musica veneta del ‘500. Nel 2012 è stato nominato componente del Comitato regionale per le celebrazioni del quarto centenario della morte di Giovanni Gabrieli.
Ha pubblicato studi sulla musica medievale e rinascimentale, in particolare sul canto fratto, la policoralità, l’arte degli organi e la storiografia musicale in Italia. Oltre al Catalogo del fondo musicale della Biblioteca capitolare di Padova, ha curato l’edizione delle Frottole. Libro Sexto. Ottaviano Petrucci, Venezia 1505 (more veneto = 1506), di Gaetano Valeri (1760-1822). Due concerti per organo con strumenti e del catalogo della mostra Tesori della musica veneta del Cinquecento. La policoralità, Giovanni Matteo Asola e Giovanni Croce.

Lunedi' dalle 16:30 alle 18:30

presso Studio docente, Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7

I prossimi ricevimenti sono fissati come segue:

- Mercoledì 19 luglio 2017, ore. 16.30

- Martedì 5 settembre 2017, ore 16.30


Progetti di Ricerca


Linee di Ricerca
- Canto piano, canto fratto, canto neogregoriano, polifonie semplici e canto mensurato in area veneta dal 1300 al 1700: repertori e trattati

- Uffici drammatici e processioni della cattedrale di Padova durante il medioevo: studio ed edizione critica della tradizione manoscritta

- Corali miniati nel Veneto (secc. XIV-XVI): immagini, testo e musica. Indicizazione dei testi e delle intonazioni musicali

- Scuole di grammatica e canto nel territorio padovano tra Rinascimento ed Età moderna: istituzioni, disciplina, repertori, maestri di canto e organisti

- Musica e musicisti franco-fiamminghi in Veneto tra quindicesimo e sedicesimo secolo: studio dei documenti d'archivio

- Specificità della musica e della liturgia della cattedrale di Padova fino al Concilio di Trento
- Medioevo veneto e Medioevo europeo. Identità e alterità: identificazione e studio delle testimonianze di iconografia musicale

- La lauda medievale e rinascimentale: continuità di una tradizione. Identificazione ed edizione critica dei testi e delle musiche

- Arti figurative e musica nei periodici di area settentrionale dell’Ottocento e del Novecento in prospettiva nazionale e internazionale: archivio informatico e analisi critica del recupero dell'antico

Moodle - Didattica online

E' attiva la nuova piattaforma per la didattica on line "Moodle" della Scuola di Scienze Umane accessibile dagli studenti tramite le credenziali di posta elettronica istituzionale dove si potranno trovare i materiali didattici (dispense dei corsi), liste di iscrizioni a varie attività, forum di discussione, messaggi ed avvisi relativi ad insegnamenti e corsi di laurea.

Tutto il materiale didattico dei corsi è reperibile nella nuova piattaforma all'interno del Corso di Laurea e dell'Insegnamento specifico (cliccare sulla voce "Insegnamenti attivati in Moodle" oppure, per insegnamenti di altri corsi di laurea, cliccare sulla voce "Insegnamenti di XXXXX negli spazi Moodle di altri CdL").


Home Page Moodle Dipartimento dei Beni Culturali
www.beniculturali.unipd.it/moodle

Materiale didattico (ultimo aggiornamento febbraio 2014)

Le dispense sono localizzate su aree di storage con accesso esclusivo e protette da password che i docenti comunicano agli studenti dei corsi: le password non possono essere diffuse ad altri soggetti o rese pubbliche. Le dispense sono riservate ad un uso esclusivamente interno per scopi scientifici e didattici: qualsiasi altro loro utilizzo non è autorizzato.
Secondo il comma 1-bis dell’articolo 70 LdA del gennaio 2008 "E' consentita la libera pubblicazione attraverso la rete Internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro."
Le dispense sono archiviate in modalità diverse a seconda del loro contenuto e della loro articolazione: nella maggior parte dei casi è necessario fornirsi dell'ultima versione di Adobe Reader.
Info & Avvisi

Il ricevimento è sospeso a partire dal 17.7.2018: sarà ripreso in data 4.9.2018, ore 16.30.

Il ricevimento in data 7 e 14 maggio 2018 è sospeso.

Il ricevimento di lunedì 8 gennaio è sospeso e riprenderà regolarmente lunedì 15 gennaio.

Il ricevimento di domani 18 dicembre 2017 del prof. Antonio Lovato (Storia della musica medievale e rinascimentale) è posticipato a martedì 19 dicembre, ore 16.30.

Il ricevimento del prof. Antonio Lovato riprende regolarmente Lunedì 2 ottobre alle ore 16.30.

I prossimi ricevimenti sono fissati come segue:

- Mercoledì 19 luglio 2017, ore. 16.30

- Martedì 5 settembre 2017, ore 16.30

Gli studenti impegnati con la tesi possono contattare il docente attraverso la posta elettronica.

Gentili studenti, Gentili studentesse,

in seguito all’impossibilità di attivare il CdS magistrale interateneo in “Musica e arti performative”, per gli studenti di musicologia è stato predisposto un percorso specifico all’interno del CdS magistrale in “Scienze dello Spettacolo e Produzione multimediale” dell'Università di Padova. L’inserimento di numerosi e nuovi insegnamenti di musica, oltre ad arricchire l’offerta formativa del CdS, offre la possibilità di continuare e completare il percorso musicologico intrapreso durante i CdS triennali (DAMS e STB). Inoltre, l’acquisizione di almeno 48 CFU nelle discipline musicologiche darà la possibilità di concorrere all’abilitazione per l’insegnamento di musica nelle scuole secondarie.

Si rimanda all'allegato 2 dell'anno 2017/2018 per la lista degli insegnamenti e al professore Antonio Lovato per eventuali ulteriori informazioni sul nuovo percorso di studi.

Si ricorda inoltre che la professoressa Rosamaria Salvatore dedica un "Punto di ascolto DAMS" per aiutarvi e consigliarvi nel proseguimento della vostra carriera universitaria.