Profilo Docente

Monica Salvadori

Professore associato confermato

Email: monica.salvadori@unipd.it

(L-ANT/07)
Laureata in Lettere presso l’Università degli Studi di Padova, si è specializzata in Archeologia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca presso l’ateneo patavino, dove è poi risultata vincitrice di una borsa di studio per attività di ricerca post-dottorato.
Dall’anno accademico 1999-2000 è stata incaricata come professore a contratto per l’insegnamento di Archeologia delle Province Romane presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Trieste: ha coperto questo incarico anche negli anni acc. 2000-2001; 2001-2002; 2002-2003; 2003-2004.
Dal gennaio del 2005 è stata chiamata come professore associato presso l’Università degli Studi del Molise per il settore disciplinare di Archeologia Classica (L-ANT/07), ricoprendo i seguenti Insegnamenti: Archeologia Classica, Archeologia delle Province Romane (laurea triennale in Beni Culturali e Ambientali); Storia dell’Arte Antica (laurea magistrale in Archeologia e Storia dell’Arte); Archeologia Classica (laurea triennale in Scienze Turistiche).
Negli anni acc. 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007 ha coperto l’insegnamento di Archeologia delle Province Romane come professore supplente nell’ambito dei corsi della Scuola di Specializzazione in Archeologia presso l’Università di Trieste.
Dall’anno accademico 2005-2006 è membro del collegio docenti della Scuola di Dottorato in Studio e Conservazione dei beni archeologici e architettonici (sede amministrativa Università di Padova).
Dal 1 novembre 2008 è professore associato confermato presso l’Università degli Studi di Padova. Ricopre gli insegnamenti di Storia dell’arte classica e di Cultura e produzione artistica del mondo classico. È presidente del corso di Laurea triennale in Archeologia e del corso di Laurea magistrale in Scienze archeologiche.
Conduce attività di ricerca prevalentemente su problemi di lettura e interpretazione dell’immagine nell’arte romana. In particolare i suoi interessi vertono sulla produzione pittorica e musiva, con un approccio volto ad approfondire sia gli aspetti tecnici legati all’esecuzione dei manufatti e alla determinazione delle maestranze, sia quelli relativi al crearsi di una tradizione iconografica ed alla trasmissione per suo tramite di specifici significati.
Dal 2007 dirige le attività di scavo presso la Casa delle Bestie ferite ad Aquileia.
È membro del comitato scientifico dell’Associazione Nazionale per Aquileia.
È membro del comitato scientifico dell’AIPMA-Association Internationale pour la peinture murale antique.
Fa parte del comitato di redazione della rivista “Eidola. International Journal on Ancient Art History”.

Mercoledi' dalle 12:00 alle 13:00

presso Palazzo Liviano, IV piano, studio nr. 20 (prof.ssa Monica Salvadori)

E' vivamente consigliata la prenotazione del ricevimento tramite invio di e-mail (monica.salvadori@unipd.it).

  • La pittura parietale: per una rilettura dei sistemi decorativi aquileiesi (con F. Oriolo), in “Antichità Altoadriatiche”, LXI, 2005 pp. 447-469.
  • Tracce della memoria dell’iconografia dei “dannati” in età postclassica. Note a margine del saggio di Elena Pettenò, in “Eidola. International Journal of Classical Art History”, 2, 2005, pp. 113-120.
  • Il tema del paradeisos negli affreschi della Basilica Teodoriana di Aquileia, in “Antichità Altoadriatiche”, LXII, 2006, pp. 171-184.
  • Prospettive di memoria del classico nella Medea di Pier Paolo Pasolini, in “Eidola. International Journal of Classical Art History”, 3, 2006, 175-188
  • Gli affreschi di Concordia nel quadro della pittura romana in Cisalpina. Linee interpretative: aspetti iconografici e schemi compositivi, in Pittura romana a Concordia: gli affreschi dall’area delle Terme Pubbliche, Gruaro 2006, pp. 8-10, 25-30.
  • Pittura Romana. Dall’ellenismo al tardo-antico, a cura di I. Baldassarre, A. Pontrandolfo, A. Rouveret, M. Salvadori, Milano 2006 (nuova edizione) (i seguenti paragrafi: Il santuario tardo-repubblicano di Brescia e le prime forme del “secondo stile”, pp. 81-85; Diffusione del “secondo stile”, pp. 115-127; Diffusione del “terzo stile” a Roma, pp. 180-184; Testimonianze del “terzo stile” nella Cisalpina, pp. 184-191; Attestazioni di “terzo stile” maturo nelle province, pp. 210-213; L’evoluzione del “quarto stile” in Cisalpina e nelle province, pp. 259-275; Eclettismo nelle pitture dell’Italia e delle province, pp. 322-343; La documentazione di IV secolo: una rinnovata classicità, pp. 358-383).
  • Il progetto di indagine della Casa delle Bestie ferite (Aquileia, Ud) (con J. Bonetto, F. Ghedini, P. Mauriello, M. Novello), in “Aquileia Nostra”, 2006, LXXVII, coll. 321-326.
  • “Discedunt Nereides undis”. Figure marine femminili da Aquileia fra I sec. a.C. e IV sec. d.C. (con M. Novello), in “Atti del XII Colloquio dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico” (Padova-Brescia 2006), Roma 2007, pp. 55-64.
  • Gli intonaci di Montegrotto Terme (Padova) – scavo di Via Neroniana: osservazioni preliminari (con L. Marano), in Circulación de temas y sistemas decorativos en la pintura mural Antigua, Atti del IX Congreso Internacional de la AIPMA (Calatayud-Zaragoza, 21-25 septiembre 2004), 2007, pp. 74-77.
  • Riflessi dell’epos omerico nel cinema: i “ritorni” di Ulisse, in Iconografia 2006. Gli eroi di Omero, Atti del convegno internazionale (Taormina, 20-22 ottobre 2006), Antenor-Quaderni, 8, 2007, pp. 185-195.
  • Due mosaici inediti da Aquileia. Il progetto di indagine della Casa delle Bestie ferite (con M. Novello), in “Atti del XIII Colloquio dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico” (Canosa di Puglia, 2007), Roma 2008, pp. 355-362.
  • Eucharis, virgo docta et erodita. Puellae di spettacolo a Roma, tra educazione e formazione (con C. Ricci), in Il fanciullo antico. Soggetto tra formazione e religio, a cura di G. Marconi, Atti della Giornata di studio (Isernia, 14 novembre 2007), Alessandria 2008, pp. 145-166.
  • Amoenissimam parietum picturam. La fortuna del paesaggio nella pittura parietale romana, in “Eidola. International Journal of Classical Art History”, 5, 2008, pp. 23-46.
  • Contributo alla conoscenza della pittura parietale ad Aquileia (con F. Oriolo), in Moenibus et portu celeberrima. Aquileia: storia di una città, a cura di F. Ghedini, M. Bueno, m. Novello, Roma 2009, pp. 221-230.
  • Captaeque erat urbis imago. Il tema della centauromachia fra Ovidio e la tradizione iconografica, in Il fulgore delle gemme. Aquileia e la glittica di età ellenistica e romana, Atti del convegno internazionale (Aquileia, 19-20 giugno 2008), a cura di G. Sena Chiesa e E. Gagetti, Udine, 2009, pp. 195-204.
  • Nec mora, balatum mirantibus exilit agnus (OVID., Met. VII, 320). Medea e le Peliadi nella Casa del Gruppo dei Vasi di Vetro, in Gesto-Immagine. Tra antico e moderno riflessioni sulla comunicazione non-verbale, Giornata di studio (Isernia, 18 aprile 2007), a cura di M. Salvadori e M. Baggio, Roma, 2009, pp. 63-74. Si veda anche: Riflessioni sul quadro con Medea e le Peliadi nella Casa del Gruppo dei Vasi di Vetro (VI, 13, 2), in Rileggere Pompei. II. L’ Insula 13 della Regio VI, a cura di M. Verzàr Bass e F. Oriolo, Studi della Soprintendenza archeologica di Pompei, 30, pp. 498-501.
  • Aquileia (Ud), nuovi pavimenti dalla domus delle Bestie ferite (con M. Bueno, M. Novello), “Atti del XV Colloquio dell’Associazione Italiana per lo Studio e la Conservazione del Mosaico” (Aquileia, 2009), Roma, 2010, pp. 1-15.
  • Le descrizioni di paesaggi in I. Colpo, M. Salvadori, Ovidio e la pittura della prima età imperiale, Atti del X Congresso Internazionale dell’AIPMA (Napoli, 17-21 settembre 2007), AION ArchStAnt Quad.18, 2010, pp. 277-288.
  • Gli affreschi delle basiliche teodoriane di Aquileia (con C. Tiussi, L. Villa), in La Basilica di Aquileia. Storia, Archeologia e Arte, Atti della XL Settimana di studi aquleiesi, 2010, pp. 187-204.
  • Maschile-femminile nella pittura funeraria ellenistica: tra armi e ornamento. Per una dialetta spazio-oggetto (con M. Baggio), in Linguaggi e tradizioni della pittura ellenistica in Italia e in Sicilia, Atti del convegno (Messina, 24-25 settembre 2009), Roma, 2011, pp. 79-90.
  • Decorazioni ad affresco, in Atria longa patescunt (VERG., Aen., II, 483): le forme dell’abitare nella Cisalpina romana, a cura di F. Ghedini e M. Annibaletto, Roma, 2012, pp. 227-245.


Progetti di Ricerca


Linee di Ricerca
Dal 2007 Monica Salvadori coordina il Progetto di Scavo e valorizzazione della Casa delle Bestie ferite ad Aquileia (Ud) (2006-2009 coodirezione, dal 2010 direzione). Finanziamento Arcus s.p.s., Fondazione Aquileia, Soprintendenza dei beni archeologici del Friuli-Venezia Giulia.
A partire dal 2009 è stata inoltre responsabile di un assegno di ricerca sul tema “Il progetto di indagine sulla Casa delle Bestie ferite ad Aquileia”. L’edificio, noto per il ricco pavimento musivo con scene di caccia e immagini di animali feriti che dà il nome alla casa, sta rivelando la sua importanza sia per la ricostruzione dello sviluppo urbano nei meno noti quartieri settentrionali della città sia per una più approfondita conoscenza dell’edilizia abitativa del centro.

Tra il 2008 e il 2010 è stata responsabile di Unità di Ricerca nell’ambito di un Progetto di interesse nazionale (PRIN ex 40%) sull’Edilizia domestica di Aquileia. Titolo del progetto dell’Unità di ricerca: L'edilizia domestica ad Aquileia e nel suo territorio: i sistemi decorativi mobili e immobili.

Dal 2011 è coordinatore del Progetto (durata biennale): Dati per la ricostruzione della pittura romana in Cisalpina: dalla schedatura informatizzata dei reperti all'analisi degli aspetti tecnici, artistici, storici e sociali. Finanziamento Università di Padova. Nell’ambito del progetto è risultata vincitrice di un finanziamento per borsa dottorato di ricerca finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.
Nell’ambito del progetto sta coordinando un gruppo di ricerca (costituito da dottorandi e assegnisti delle Università di Padova e Bologna) indirizzato alla creazione e sperimentazione di una banca dati finalizzata alla schedatura della documentazione pittorica rinvenuta nell’area della Cisalpina.

Dal 2011 è responsabile del Progetto La ceramica greca nel Veneto: censimento e analisi delle
dinamiche produttive culturali e commerciali. Finanziamento della Regione Veneto.
Nell’ambito del progetto ha coordinato un gruppo di ricerca che ha elaborato Keramos, un database pensato per la messa in sistema dei dati relative alle collezioni di ceramica greca presenti nei Musei del Veneto.

Dal 2011 collabora con l’Österreichische Akademie der Wissenschaften (ÖAW), Institut für Kulturgeschichte der Antike al Progetto Arte romana e rilievo storico: dal racconto di storie al racconto della Storia ed è responsabile del gruppo di ricerca che si occupa della lettura e della decodificazione dei gesti nelle scene storiche.


Insegnamenti dell'AA 2017/18

Insegnamenti dell'AA 2016/17
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0598001PDLEN1032867STORIA DELL'ARTE CLASSICA6IIIPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0601000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE1855000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI

Altre attività di cui il docente è responsabile per l'AA 2016/17
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0601000ZZSUP4069217LABORATORIO DI ICONOGRAFIA CLASSICA3IAnnualeMONICA SALVADORI

Insegnamenti dell'AA 2015/16

Altre attività di cui il docente è responsabile per l'AA 2015/16
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0601000ZZSUP4069217LABORATORIO DI ICONOGRAFIA CLASSICA3IAnnualeMONICA SALVADORI

Insegnamenti dell'AA 2014/15
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0616000ZZLEO2044218CULTURA E PRODUZIONE ARTISTICA DEL MONDO CLASSICO6IIPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0598001PDLEN1032867STORIA DELL'ARTE CLASSICA6IIIPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0601000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE1855000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI

Altre attività di cui il docente è responsabile per l'AA 2014/15
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0601000ZZSUP4069217LABORATORIO DI ICONOGRAFIA CLASSICA3IAnnualeMONICA SALVADORI

Insegnamenti dell'AA 2013/14
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0616000ZZLEO2044218CULTURA E PRODUZIONE ARTISTICA DEL MONDO CLASSICO6IIPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0598001PDLEN1032867STORIA DELL'ARTE CLASSICA6IIIPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0601000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE1855000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI

Insegnamenti dell'AA 2012/13
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0616000ZZLEO2044218CULTURA E PRODUZIONE ARTISTICA DEL MONDO CLASSICO6A scelta dello studenteSecondo semestreMONICA SALVADORI
LE0598001PDLEN1032867STORIA DELL'ARTE CLASSICA6IIIPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0601000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE1855000ZZLEN1032866STORIA DELL'ARTE CLASSICA9IPrimo semestreMONICA SALVADORI
LE0616000ZZLEO2044586STORIA DELL'ARTE GRECA6IISecondo semestreMONICA SALVADORI

Moodle - Didattica online

E' attiva la nuova piattaforma per la didattica on line "Moodle" della Scuola di Scienze Umane accessibile dagli studenti tramite le credenziali di posta elettronica istituzionale dove si potranno trovare i materiali didattici (dispense dei corsi), liste di iscrizioni a varie attività, forum di discussione, messaggi ed avvisi relativi ad insegnamenti e corsi di laurea.

Tutto il materiale didattico dei corsi è reperibile nella nuova piattaforma all'interno del Corso di Laurea e dell'Insegnamento specifico (cliccare sulla voce "Insegnamenti attivati in Moodle" oppure, per insegnamenti di altri corsi di laurea, cliccare sulla voce "Insegnamenti di XXXXX negli spazi Moodle di altri CdL").


Home Page Moodle Dipartimento dei Beni Culturali
www.beniculturali.unipd.it/moodle

Materiale didattico (ultimo aggiornamento febbraio 2014)

Le dispense sono localizzate su aree di storage con accesso esclusivo e protette da password che i docenti comunicano agli studenti dei corsi: le password non possono essere diffuse ad altri soggetti o rese pubbliche. Le dispense sono riservate ad un uso esclusivamente interno per scopi scientifici e didattici: qualsiasi altro loro utilizzo non è autorizzato.
Secondo il comma 1-bis dell’articolo 70 LdA del gennaio 2008 "E' consentita la libera pubblicazione attraverso la rete Internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro."
Le dispense sono archiviate in modalità diverse a seconda del loro contenuto e della loro articolazione: nella maggior parte dei casi è necessario fornirsi dell'ultima versione di Adobe Reader.
Info & Avvisi

Si informano gli studenti di Scienze Archeologiche che le lezioni di Cultura e produzione artistica del mondo classico avranno inizio il 22 ottobre.