Profilo Docente

Federica Toniolo

Professore ordinario

Telefono: 0498274681 - Email: federica.toniolo@unipd.it

(L-ART/01)

Federica Toniolo nasce a Gorizia il 28 giugno 1959. Dopo il diploma di maturità classica si laurea in Lettere presso l’Università di Padova con una tesi di Storia dell’arte moderna sull’opera di Francesco Francia.
Consegue nel 1994 il titolo di dottore di ricerca all’Università di Venezia con una tesi sulla Bibbia di Borso d’Este capolavoro della miniatura rinascimentale italiana. Dopo l’insegnamento alle Scuole superiori e l’insegnamento a contratto presso l’Università di Udine diviene prima ricercatore e dal 2002 professore associato all’Università di Padova. E’ titolare dell’insegnamento di Storia della Miniatura alla laurea Magistrale in Storia dell’arte e di Storia dell’Arte Medievale al corso triennale di Progettazione e Gestione del Turismo culturale. Fa parte del corpo docenti della Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte e delle Arti minori e della Scuola di Dottorato di Ricerca. Fuori sede ha insegnato all’Università di Venezia e a corsi di perfezionamento organizzati dalla Fondazione Federico Zeri e dall’Ecole du Louvre.
Conduce ricerche nel settore della storia della miniatura medievale e rinascimentale, tenendo presenti da un lato i rapporti tra miniatura e pittura e dall'altro le correlazioni tra testo e immagine nei manoscritti liturgici e in quelli della cultura laica. In questo senso ha sempre curato la collaborazione con paleografi, filologi, storici, liturgisti e musicologi. Si è occupata dell’illustrazione libraria nelle biblioteche dei principi del Rinascimento in particolare di manoscritti miniati realizzati da artisti ferraresi e veneti per Borso d’Este, i Gonzaga e Federico da Montefeltro. Altre ricerche, spesso conseguenti all’esplorazione e catalogazione dei materiali conservati nelle biblioteche venete, vertono sull’illustrazione di manoscritti e incunaboli di area veneta e padana dal Duecento al Quattrocento. In questo periodo si occupa, assieme al gruppo di assegnisti e dottorandi, della miniatura dei libri da coro e al conseguente studio dei fogli e delle miniature ritagliate in particolare collaborando con la Fondazione Giorgio Cini. Dirige contemporaneamente una unità di ricerca finanziata dal Ministero intesa a ricostruire con particolare riferimento all’illustrazione le biblioteche dei frati a Padova tra Trecento e Quattrocento. 
Fa parte del Consiglio Direttivo della Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte, dell'Istituto di Fonti e Storia Ecclesiastica Padovana e del Comitato Scientifico della Rivista di Storia della Miniatura (Centro D Firenze) per la quale cura la rubrica "Miniatura on line". 

Martedi' dalle 10:30 alle 12:30

presso Palazzo Liviano, Piazza Capitaniato 7, studio docente (I piano)



Pubblicazioni recenti

F. Toniolo, P. Gnan, "Splendore nella Regola. Codici miniati da Monasteri e Conventi nella Biblioteca Universitaria di Padova", catalogue of the exhibition, (Padova, Oratorio di San Rocco) Padova 2011

"I manoscritti miniati della biblioteca capitolare di Padova", 2 voll., ed. by G. Mariani Canova - F. Toniolo, M. Minazzato, Padova 2014 (Istituto di Storia Ecclesiastica Padovana)

"I libri corali", I libri dei Patriarchi. Un percorso nella cultura scritta del Friuli medievale, a cura di G. Scalon, Deputazione di Storia Patria per il Friuli, Udine 2014; 189-228.

"Il dono di Borso. Taddeo Crivelli e il Decameron per Teofilo Calcagnini", Giovanni Boccaccio. Decameron. Testo e saggi, Istituto dell'Enciclopedia Treccani, Roma 2013; 23-39.

"La miniatura nei manoscritti liturgici della congregazione cassinese nella prima metà del Cinquecento", Cinquecento Monastico Italiano, a cura di G. Spinelli O.S.B., Cesena, Badia del Monte 2013; 355-374 (Italia Benedettina. Studi e Documenti di Storia Monastica, 36)

"L'immagine di San Prosdocimo nei manoscritti miniati (secoli XIV-XV)", Antichità altoadriatiche, 75, 2013; 121-136.

" L'epifania del principe nel manoscritto miniato agli albori del Rinascimento", in Il principe invisibile, a cura di L. Bertolini et alii, (Atti del Convegno internazionale di studi (Mantova 27-30 Novembre 2013), Brepols, Turnhout 2015, pp. 83-107.

"L'arte del libro. Manuzio e il libro illustrato a Venezia tra Quattrocento e Cinquecento", in Aldo Manuzio il rinascimento di Venezia, catalogo della mostra, Venezia, Gallerie dell'Accademia, 19 marzo-19 giugno 2016, Marsilio, Venezia, 2016, pp. 91-105.

"Word and image. Italian Illuminations in the manuscripts of the Marquard Gude’s collection at the Herzog August Bibliothek in Wolfenbüttel", in Retter Der Antike. Marquard Gude (1635-1689)auf der Suche nach den Klassikern, ed. by P. Carmassi, Wolfenbütteler Mittelalter-Studien, Harrassowitz Verlag Wiesbaden in Kommission, 2016, pp. 217-261.

"Le miniature della Fondazione Giorgio Cini a Venezia, Pagine, ritagli, manoscritti", catalogo a cura di M. Medica e F. Toniolo, con la collaborazione di Alessandro Martoni, Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (MI) 2016


Linee di Ricerca
Conduce ricerche nel settore della storia della miniatura medievale e rinascimentale. Ha approfondito i rapporti tra pittura monumentale e miniatura e tra parola e immagine sia nei manoscritti liturgici che in quelli della cultura laica.
Oggetto principale delle sue indagini è stata la miniatura ferrarese nel tempo di Nicolò, Lionello, Borso ed Ercole I d’Este. In tale settore ha pubblicato numerosi studi tra i quali si segnalano: la riedizione in traduzione italiana con note e aggiornamenti del saggio di Hermann sulla miniatura estense (1994), il catalogo delle opere di Guglielmo Giraldi (1995) e, soprattutto, lo studio monografico sulla Bibbia di Borso d’Este uscito nel Commentario al facsimile del codice (1997), il catalogo della mostra sulla miniatura ferrarese a Palzzo Schifanoia (1998) e il contributo sui libri miniati nella più recente esposizione a Palazzo dei Diamanti del 2007. Ha progressivamente ampliato l'ambito della ricerca alla ricostruzione della 'facies figurativa' delle raccolte librarie di altri grandi mecenati del Rinascimento quali Federico da Montefeltro (2007, 2008) e i Gonzaga di Mantova (2006, 2012), di cui ha eseminato i codici miniati prodotti da artisti ferraresi e padani tra i quali Guglielmo Giraldi, Girolamo da Cremona, Franco dei Russi e Giovanni Corenti. Questi contributi e altri saggi pubblicati in riviste specialistiche o in atti di convegno hanno reso noto molto materiale inedito e ribadito la notevole importanza che la miniatura ha avuto nel contesto della cultura figurativa italiana tra Tardogotico e Rinascimento, in un rapporto a volte strettissimo con gli esiti della contemporanea produzione pittorica e con gli orientamenti della committenza.
Un parallelo filone di indagine incentrato sull'illustrazione del libro corale riguarda la miniatura del Duecento e Trecento. Si è occupata della serie dei Corali conservati a Oristano, opere inedite di ambito toscano e ligure, delle serie di Antifonari e Graduali della Cattedrale (2011) e della Basilca del Santo di Padova, della biblioteca francescana di Zara e della Collegiata di Santa Giustina a Monselice. Questi studi hanno permesso di affrontare problemi di iconografia e di rapporto testo-immagine, di natura stilistica e di committenza. Contestuale è l'intersse per l'indagine dei fogli e dei ritagli miniati da libri corali di cui ha studiato la raccolta del Museo di Castelvecchio a Verona e quella della Fondazione Cini a Venezia.
Attuale è la ricognizione rivolta alle biblioteche conventuali padovane (PRIN 2009) grazie alla quale sta emergendo la consistenza del patrimonio librario della Biblioteca degli Eremitani e le relazioni internazionali che il convento intratteneva in ambito europeo. Un primo esito della ricerca ha consentito da un lato la presentazione del materiale in un saggio del 2011 e dall'altro l'organizzazione di una mostra Splendore nella Regola e l'edizione del realativo catalogo (2011). E' emerso molto materiale miniato inedito realizzato in area italiana, ma anche di ambito francese e inglese, specie Bibbie glossate, del XIII secolo.

Quale responsabile scientifico di progetti finanziati dall'Ateneo patavino e dalla Regione veneto, ha diretto ricerche mirate a approfondire la conoscenza del patrimonio miniato conservato nelle biblioteche padovane e venete, coordinando il lavoro di borsisti, dottorandi e assegnisti di ricerca.


Insegnamenti dell'AA 2016/17
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0609000ZZSUP4066992HISTORY OF ILLUMINATED MANUSCRIPT6IPrimo semestreFEDERICA TONIOLO
LE0604000ZZLE27108198STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE6ISecondo semestreFEDERICA TONIOLO

Insegnamenti dell'AA 2015/16
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0609000ZZSUP4066992HISTORY OF ILLUMINATED MANUSCRIPT6IPrimo semestreFEDERICA TONIOLO
LE0604000ZZLE27108198STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE6ISecondo semestreFEDERICA TONIOLO

Insegnamenti dell'AA 2014/15
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0609000ZZSUP4066992HISTORY OF ILLUMINATED MANUSCRIPT6IPrimo semestreFEDERICA TONIOLO
LE0604000ZZLE27108198STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE6ISecondo semestreFEDERICA TONIOLO

Insegnamenti dell'AA 2013/14
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0604000ZZLE27108198STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE6ISecondo semestreFEDERICA TONIOLO
LE0609000ZZLE10108470STORIA DELLA MINIATURA6IPrimo semestreFEDERICA TONIOLO

Insegnamenti dell'AA 2012/13
CorsoCurr.CodiceInsegnamentoCFUAnnoPeriodoResponsabile
LE0604000ZZLE27108198STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE6ISecondo semestreFEDERICA TONIOLO
LE0609000ZZLE10108470STORIA DELLA MINIATURA6IPrimo semestreFEDERICA TONIOLO

Moodle - Didattica online

E' attiva la nuova piattaforma per la didattica on line "Moodle" della Scuola di Scienze Umane accessibile dagli studenti tramite le credenziali di posta elettronica istituzionale dove si potranno trovare i materiali didattici (dispense dei corsi), liste di iscrizioni a varie attività, forum di discussione, messaggi ed avvisi relativi ad insegnamenti e corsi di laurea.

Tutto il materiale didattico dei corsi è reperibile nella nuova piattaforma all'interno del Corso di Laurea e dell'Insegnamento specifico (cliccare sulla voce "Insegnamenti attivati in Moodle" oppure, per insegnamenti di altri corsi di laurea, cliccare sulla voce "Insegnamenti di XXXXX negli spazi Moodle di altri CdL").


Home Page Moodle Dipartimento dei Beni Culturali
www.beniculturali.unipd.it/moodle

Materiale didattico (ultimo aggiornamento febbraio 2014)

Le dispense sono localizzate su aree di storage con accesso esclusivo e protette da password che i docenti comunicano agli studenti dei corsi: le password non possono essere diffuse ad altri soggetti o rese pubbliche. Le dispense sono riservate ad un uso esclusivamente interno per scopi scientifici e didattici: qualsiasi altro loro utilizzo non è autorizzato.
Secondo il comma 1-bis dell’articolo 70 LdA del gennaio 2008 "E' consentita la libera pubblicazione attraverso la rete Internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro."
Le dispense sono archiviate in modalità diverse a seconda del loro contenuto e della loro articolazione: nella maggior parte dei casi è necessario fornirsi dell'ultima versione di Adobe Reader.
Info & Avvisi

Il ricevimento del'10 Gennaio 2017 è sospeso per impegni accademici del docente.
Riprenderà regolarmente Martedì 17 Gennaio ore 10.10 - 12.00