Laboratori di Archeologia di Ponte di Brenta

Nel 2002 è stata inaugurata la sede di Ponte di Brenta dei Laboratori di Archeologia del Dipartimento. La nuova struttura si trova in una vecchia distilleria completamente ristrutturata, con ampi spazi per la ricerca e il lavoro sui materiali ed è collegata in rete con l’Ateneo.

I laboratori di Archeologia sono stati concepiti per rispondere all’esigenza specifica dell’Archeologia di avere degli spazi adatti per proseguire al chiuso le attività di ricerca che si svolgono sul campo. In questo senso essi soddisfano diverse necessità: dal semplice stoccaggio dei materiali archeologici, al lavaggio, alla catalogazione, alla documentazione, allo studio e alla ricerca.


La struttura

Laboratorio di ricerca sui materiali archeologici: i reperti archeologici di ciascuna ricerca sul campo del Dipartimento sono immagazzinati in un deposito adiacente il Laboratorio e poi analizzati e studiati nei locali attrezzati anche per il lavaggio. E' a disposizione delle ricerche un’attrezzata postazione fotografica e una camera oscura, oltre che uno spazio per il disegno dei materiali, l’informatizzazione dei rilievi grafici ed inoltre per le analisi micromorfologiche dei suoli;

Aula didattica: è possibile nella stessa sede organizzare seminari, conferenze e lezioni, grazie ad un’aula di 25-30 posti, attrezzata con videoproiettori per la visione di immagini;

Laboratorio informatico: una sala accoglie le postazioni informatiche per l’elaborazione digitale e la stampa delle diverse ricerche condotte sul territorio e sull’architettura.
Distribuiti tra le varie aree del laboratorio ogni disciplina ha i propri spazi dedicati dove poter effettuare studi e ricerche: in particolare la sezione di archeologia preistorica e protostorica (il “Laboratorio del Piovego”) dispone di una biblioteca autonoma e di un locale dedicato alla consultazione dell’Archivio Pigorini.

I laboratori, dotati di un buon supporto di attrezzature informatiche e di misurazione (stampanti laser a colori, plotter, stazioni totali, G.P.S., GeoRadar, microscopi di vario tipo, bilance elettroniche, ecc.), sono frequentati dai docenti e dai tecnici, dagli specializzandi, dai dottorandi e anche da tutti gli studenti di corso per le esercitazioni pratiche, per la frequenza a seminari specialistici e per lo svolgimento delle tesi.


Il Personale


Orario dei Laboratori

Dal lunedi al giovedì: 8:30 - 17:30 (orario continuato)
Il venerdì: 8:30 - 14:00.


Le attività svolte presso i Laboratori

Studio dei materiali archeologici in Laboratorio
Nei locali attrezzati con tavoli spaziosi e illuminazione adatta, la mia presenza di personale specializzato garantisce agli studenti le informazioni di base sulle diverse classi di materiali, la possibilità di lavorare praticamente sui materiali, dalle semplici operazioni di lavaggio alla catalogazione.
Per questo scopo, si tengono cicli di Seminari ed Attività pratiche rivolti agli studenti di corso, sui concetti di base della tecnologia ceramica e dell'archeometria; agli studenti che svolgono ricerche sui materiali per tesi di laurea, di specializzazione o dottorato si forniscono supporti e competenze più specifici.
La stessa esperienza e le stesse conoscenze, sono a disposizione dei docenti, per quel che riguarda lo studio dei materiali per pubblicazioni specifiche, articoli, convegni.

Archivio disegni
Le diverse discipline archeologiche hanno notevolmente aumentato negli ultimi anni le ricerche sul campo e parallelamente l'attenzione per lo studio e la documentazione grafica dei reperti che ne provengono. Migliaia di disegni sono custoditi nei Laboratori in apposite cassettiere, a disposizione per la consultazione.

Disegno dei materiali archeologici
In un’area dedicata dei laboratori si svolgono attività sulle conoscenze di base del disegno, con metodo tradizionale (disegno dal vero e tecnico con squadre e compasso), con tecniche avanzate di grafica digitale. Tutti gli studenti che, per vari motivi, non intendono avvicinarsi personalmente al disegno e alla grafica trovanno nel personale specializzato un supporto per il disegno e la grafica.
Il disegno riguarda il singolo reperto, recuperato nello scavo archeologico (materiale ceramico, ferro, bronzo, vetro etc.), e la restituzione/ricostruzione virtuale del contesto dal quale proviene, con la documentazione del contesto di scavo mediante piante, sezioni, prospetti e ambientazioni virtuali.
La stessa esperienza e le stesse conoscenze, sono a disposizione dei docenti, per quel che riguarda restituzioni grafiche per pubblicazioni specifiche, articoli, convegni.

Attività di Archeologia Sperimentale e Ricerche sulla Tecnologia
Dal mese di Novembre 2016 è pienamente attivo presso i Laboratori di Archeologia di Ponte di Brenta il LASERT (Laboratorio di Archeologia Sperimentale e Ricerche sulla Tecnologia) con referente il prof. Massimo Vidale (massimo.vidale@unipd.it).
Il Laboratorio ha finalità sperimentali e didattiche al tempo stesso: al momento sta crescendo attorno al progetto "Ricreiamo il Vaso Francois", forse il più importante vaso dipinto dell'antica Grecia (attualmente conservato al Museo Archeologico Nazionale di Firenze).
Ulteriori informazioni son reperibili al seguente link.

Attività di produzione
L'attrezzatura informatica di stampa acquisita e la presenza di personale specializzato rende autonomi il Dipartimento e i diversi filoni di ricerca nella ealizzazione di:

  • locandine, poster e brochure divulgative delle attività di Dipartimento
  • poster per Convegni per specifici progetti di Ricerca afferenti ai Docenti di Dipartimento
  • brochure, depliant e manifesti per attività di convegno e giornate di studio relative a specifici progetti di Ricerca afferenti ai Docenti di Dipartimento

Sede Laboratori
via delle Ceramiche 28
35129 Ponte di Brenta - PADOVA

Laboratorio Materiali Tel +39 049/8278930
Laboratorio Informatico Tel +39 049/8278932
Laboratorio di Preistoria Tel +39 049/8278934, +39 049/8278935

Dal lunedi al giovedì: 8:30 - 17:30 (orario continuato)
Il venerdì: 8:30 - 14:00.

Come raggiungerci
In treno: linea Padova - Venezia, stazione di Ponte di Brenta (10 minuti a piedi).
In auto: autostrada A4, Uscita Padova est, direzione Ponte di Brenta (5 minuti in auto).
In autobus: linea urbana 18, direzione Ponte di Brenta. La linea passa per la Ferrovia di Padova e il centro (20 minuti in autobus dal centro, 15 dalla Ferrovia).



Visualizzazione ingrandita della mappa