Fonti e modelli iconografici dal simbolismo al realismo magico

La ricerca intende occuparsi in maniera sistematica e quanto più possibile esauriente di fonti e modelli iconografici ricorrenti nell'arte internazionale dal periodo simbolista fino agli anni Venti e Trenta del Novecento, quando, all'interno di correnti quali il Realismo magico e il Novecento italiano, si assiste ad un ritorno a fonti iconografiche classiche, ma anche a modelli e suggestioni della tradizione ottocentesca, specie di derivazione simbolista.

Responsabile
Giuseppina Dal Canton

Collaboratori
Giovanni Bianchi


Enti coinvolti
MURST

Anno di inizio: 2008
Disciplina afferente
STORIA DELL’ARTE CONTEMPORANEA

Obiettivi

L'obiettivo della ricerca è quello di mettere a fuoco fonti e modelli iconografici puntando su una metodologia interessata all'interdisciplinarità e che si realizza attraverso fasi successive di lavoro: da quello storico e filologico, basato preliminarmente sullo spoglio bibliografico e sull'analisi accurata delle fonti d'archivio, a quello iconografico e infine a quello iconologico puntato alla relazione fra i temi ricorrenti nelle opere d'arte del periodo in esame e la cultura coeva.

Risultati

Guido Cadorin 1892-1976, Venezia, Marsilio, 2007, pp. 207 (la monografia contiene due saggi introduttivi di P. Rosenberg e J. Clair, rispettivamente alle pp. 11-15 e 17-27).
Le chevalier mystique di Odilon Redon: slittamenti e incroci iconografici, in “Artibus et historiae”, vol. 55 (XXVIII), 2007, pp. 179-198..
Le incisioni veneziane di Émile Bernard, in Lontananze capovolte. Nuovi scritti di amici per Raffaella Piva, “Il prato” casa editrice, Saonara (Padova), 2009, pp. 43-49.
Appunti sugli atelier di artisti a Venezia dal primo Novecento agli anni Sessanta, in Studi d’Artista. Padova e il Veneto nel Novecento, catalogo della mostra (Padova, Musei Civici agli Eremitani, 17 aprile-18 luglio 2010) a cura di D. Banzato, V. Baradel, F. Pellegrini, Padova, Il Polifilo – Comune di Padova, 2010, pp. 101-108.
“Per li rami”: storie intrecciate e convergenti di famiglie, archivi e atelier a Venezia, in Studi d’Artista. Padova e il Veneto nel Novecento, catalogo della mostra (Padova, Musei Civici agli Eremitani, 17 aprile-18 luglio 2010) a cura di D. Banzato, V. Baradel, F. Pellegrini, Padova, Il Polifilo – Comune di Padova, 2010, pp. 109-129.
Dai disegni ai dipinti per le Biennali di Venezia: taccuini e quaderni inediti di Bortolo Sacchi al Museo Civico di Bassano, in Donazione Eugenio Da Venezia, a cura di G. Dal Canton e B. Trevisan, Fondazione Querini Stampalia, Venezia, 2010 (“Quaderni della Donazione Eugenio Da Venezia”, 19), pp. 58-71.
Santomaso all’Università di Padova, in “Saggi e memorie di storia dell’arte”, n.33. 2009 (in realtà stampato nel 2010), pp. 523-534.
Guido Cadorin in Friuli Venezia Giulia, in Artisti in viaggio ’900. Presenze foreste in Friuli Venezia Giulia – Atti del Convegno, a cura di M. P. Frattolin, Venezia, Cafoscarina – Itineraria, Udine, 2011, pp. 349-366.




TASSONOMIA

Linee di ricerca: Storia arte e cultura materiale