Profilo Docente | Dipartimento dei Beni Culturali:

Profilo Docente

Giorgio Avezzu

Giorgio Avezzù si occupa di cinema, televisione e media. Da febbraio 2019 è assegnista di ricerca presso l’Università di Bologna con un progetto sui dati per l’analisi e la distribuzione digitale di contenuti audiovisivi finanziato da RTI Mediaset.

Nel 2014 ha conseguito il dottorato all’Università Cattolica di Milano, dove dall’a.a. 2014-15 al 2018-19 è stato titolare di insegnamenti di ambito cinematografico per corsi di laurea triennali e magistrali, e dove è stato assegnista di ricerca per due anni, fino a gennaio 2019. Da maggio 2015 a febbraio 2017 ha lavorato per il Dipartimento del Marketing Strategico di Mediaset.

I suoi interessi di ricerca e i temi delle sue pubblicazioni riguardano i dati per l’analisi e la raccomandazione dei contenuti audiovisivi sulle piattaforme digitali, i rapporti tra media e geografia, la geografia del consumo cinematografico e televisivo, e gli schermi e l’archeologia dei media. È anche autore di una monografia, "L’evidenza del mondo. Cinema contemporaneo e angoscia geografica" (Diabasis 2017), e co-curatore di due numeri monografici di riviste dedicati ai rapporti tra geografia, cinema, media e cultura visuale ("Cinergie" 10/2016 e "Necsus: European Journal of Media Studies" 7.2/2018).

presso https://unipd.zoom.us/j/87630058336?pwd=RS84eTloZWdldmdwdWtBRGFadythQT09

Il docente riceve su appuntamento (da concordare via email). Si prega di specificare il motivo della richiesta di ricevimento.


MONOGRAFIE

"L’evidenza del mondo. Cinema contemporaneo e angoscia geografica", Diabasis, Parma 2017.

CURATELE
(con Teresa Castro e Giuseppe Fidotta) "#Mapping", in «Necsus: European Journal of Media Studies» Autumn 2018.

(con Giacomo Manzoli, Claudio Bisoni, Michele Fadda, Paolo Noto, Sara Pesce), "50 passi nella storia del cinema", Cue Press, Imola (Bo) 2018.

(con Ruggero Eugeni) "Jean-Louis Baudry, Il dispositivo. Cinema, media, soggettività", La scuola, Brescia 2017.

(con Giuseppe Fidotta) "Il mondo in forma disciplinata. Cinema, geografia e cultura visuale", in «Cinergie» 10 (2016), 10-135.

ARTICOLI IN RIVISTA E CAPITOLI DI LIBRI (dal 2017)

"Italian Fiction as Viewed from a Distance: Anomalies in the Correlation Between National and Regional Success", in «Series. International Journal of TV Serial Narratives», 6.2 2020, 91-106.

"Il successo regionale della fiction italiana: la serialità generalista 2016–2018", in «Cinergie» 11 (2019), 163-180.

"Interferenza omotopica e locational imaging noir. Una riflessione geocritica sugli spazi disturbanti nel cinema a partire da Black Dahlia", in «Ocula: Occhio semiotico sui media» 21 (2019), 71-88.

"Cinema and the Crisis of Cartographic Reason", in Chris Lukinbeal, Laura Sharp, Anton Escher, Elisabeth Sommerlad (eds), "Media’s Mapping Impulse", Franz Steiner Verlag, Stuttgart 2019, 67-85.

(con Giuseppe Fidotta) "The World Essay Film and the Politics of Traceability", in Brenda Hollweg, Igor Krstic (eds), "World Cinema and the Essay Film: Transnational Perspectives on a Global Practice", Edinburgh University Press, Edinburgh 2019, 89-104.

"The Deep Time of the Screen, and its Forgotten Etymology", in «Journal of Aesthetics & Culture» 11.1 (2019), 1-15.

"L’Italia vista dal cielo e la leggibilità del paesaggio italiano", in «Imago» 18 (2019), 97-111.

"I fantasmi nella macchina. Dati di comportamento e raccomandazioni personalizzate", in «Fata Morgana» 12.36 (2018), 85-100.

(con Teresa Castro e Giuseppe Fidotta) "The Exact Shape of the World? Media and Mapping", in «Necsus: European Journal of Media Studies» 7.2 (2018), 85-95.

"Un fallimento dell’immaginazione. La ragione aerea e il cinema bellico contemporaneo", in Maurizio Guerri (a cura di), "Le immagini delle guerre contemporanee", Meltemi, Milano 2018, 249-270. [in volume]

(con Ruggero Eugeni) "La mappa e il cammino. Su 'Orizzonti di gloria'" (S. Kubrick, 1957), in Gabrio Forti, Alessandro Provera (a cura di), La Grande Guerra. Storie e parole di giustizia, Vita e Pensiero, Milano 2018, 45-51.

"The Data Don’t Speak for Themselves: The Humanity of VOD Recommender Systems", in «Cinéma & Cie.» 17.29 (2017), 51-66.

"L’Italia vista dal cielo (1966-1978) di Folco Quilici", in «Quaderni del CSCI» 13 (2017), 269.

"Lontano da Hollywood. Appunti su cinema (più o meno) diversi", in «Link. Idee per la televisione» 22 (2017) ("Mediamorfosi 2. Industrie e immaginari dell’audiovisivo digitale", a cura di F. di Chio), 52-61.

(con Federico di Chio) "Questione di stile. Paradigmi industriali e forme testuali nella storia del cinema", in «Link. Idee per la televisione» 22 (2017) ("Mediamorfosi 2. Industrie e immaginari
dell’audiovisivo digitale", a cura di F. di Chio), 132-143.

(con Ruggero Eugeni) "Il cinema italiano, un medium mutante", in Aldo Grasso (a cura di), "Storia della comunicazione e dello spettacolo in Italia. Vol. III. I media alla sfida della convergenza (1979-2012)", Vita e Pensiero, Milano 2017, 144-156.


Linee di Ricerca
– Dati, analisi e distribuzione digitale "data driven" dei contenuti audiovisivi
– Rapporti tra media e geografia
– Geografia del consumo cinematografico e televisivo
– Schermi e archeologia dei media

Moodle - Didattica online

E' attiva la nuova piattaforma per la didattica on line "Moodle" della Scuola di Scienze Umane accessibile dagli studenti tramite le credenziali di posta elettronica istituzionale dove si potranno trovare i materiali didattici (dispense dei corsi), liste di iscrizioni a varie attività, forum di discussione, messaggi ed avvisi relativi ad insegnamenti e corsi di laurea.

Tutto il materiale didattico dei corsi è reperibile nella nuova piattaforma all'interno del Corso di Laurea e dell'Insegnamento specifico (cliccare sulla voce "Insegnamenti attivati in Moodle" oppure, per insegnamenti di altri corsi di laurea, cliccare sulla voce "Insegnamenti di XXXXX negli spazi Moodle di altri CdL").


Home Page Moodle Dipartimento dei Beni Culturali
www.beniculturali.unipd.it/moodle