Edizione critica, analisi e restauro di partiture del tardo Rinascimento e del primo Barocco

Il progetto ha come obiettivo lo studio dei procedimenti compositivi e del processo creativo della polifonia fra ‘500 e ‘600 e la ricostruzione di eventuali porzioni lacunose o guaste del tessuto musicale delle composizioni prese in esame.

Responsabile
Marina Toffetti

Collaboratori
Diego Toigo

dott.ssa Cristina Bernardi, dott.ssa Chiara Comparin, dott. Ruggero Lorenzin, dott.ssa Anna Valentini.
Obiettivi

Il metodo di lavoro prevede in ogni caso le seguenti tappe:
- individuazione, reperimento, descrizione dei testimoni;
- mtrascrizione delle musiche e preparazione degli apparati delle musiche e dei testi poetici;
- analisi compositiva e compilazione di un thesaurus di comportamenti tecnico- costruttivi (grammatica storica);
- eventuale restauro integrativo delle porzioni musicali mancanti.

Risultati

Nell’ambito di questa ricerca, la responsabile ha partecipato all’École Thématique 3 del CNRS-Centre National de la Rechèrche Scientifique, France (UMR 7323) intitolata: "Restituer la polyphonie lacunaire: enjeux, méthodologie et perspectives" tenutasi presso il Centre d'études supérieures de la Renaissance di Tours dal 22 al 26 ottobre 2012.

Risultati legati a questa ricerca sono stati inoltre presentati al xvi Colloquio di Musicologia del Saggiatore Musicale con una relazione dal titolo: Sul processo creativo frescobaldiano: la duplice versione del mottetto Jesu Rex admirabilis (Bologna, Dipartimento di Musica e Spettacolo, Manifattura delle Arti, 18 novembre 2012).



TASSONOMIA