Concentus Musicus Patavinus | Dipartimento dei Beni Culturali:

Concentus Musicus Patavinus

A seguito delle attuali normative per il contenimento della pandemia da Covid-19, l’intera attività verrà rimodulata per consentire di svolgere prove ed esercitazioni online. Sarà data comunicazione entro la fine di novembre sulle nuove modalità relative ai diversi gruppi.

Dal 1984, anno della fondazione per volere del musicologo Giulio Cattin, il Concentus Musicus Patavinus promuove all’interno dell’Università di Padova un’intensa attività di ricerca, unendo all’impegno concertistico la produzione musicale. Nello spirito di sodalitas dell’Ateneo Patavino, oltre alla rappresentazione coreico-musicale, il Concentus ha lo scopo di unire le persone accomunate da valori condivisi e desiderose di fare musica insieme, diffondendo allo stesso tempo la tradizione e la cultura sviluppate nell’ambito dell’Università. Grazie alla suddivisione in diversi gruppi, il Concentus riesce a coprire buona parte della produzione musicale occidentale, dal cosiddetto “canto gregoriano” alla musica jazz.
Tutti gli incontri si svolgono con cadenza settimanale e prevedono, durante l’anno accademico, esperienze e momenti performativi in cui i risultati ottenuti sono condivisi con il pubblico.
Il responsabile scientifico del Concentus Musicus Patavinus è la prof.ssa Paola Dessì.


Since 1984, when it was founded by the musicologist Giulio Cattin, the Concentus Musicus Patavinus
has been promoting an intense research activity within the University of Padua, together with concert commitment and music production. In the spirit of sodalitas of the University of Padua, in addition to choreutic-musical performances, the Concentus aims to unite people who share the same values and are eager to make music together. At the same time, it spreads the tradition and culture developed within the University of Padua. Thanks to its subdivision into different groups, the Concentus covers large part of the western musical production, from the so-called "Gregorian Chant" to jazz music, without forgetting dance.
All meetings are held on a weekly basis and include, during the academic year, performative experiences and moments in which the outcomes are shared with the public.
The scientific director of the Concentus Musicus Patavinus is Prof. Paola Dessì (e-mail: paola.dessi@unipd.it).

Coro Grande
direttore M° Ignacio Vazzoler


L’impegno portato avanti dal Coro Grande è di avvicinare le persone alla musica nell’accezione più ampia del termine, offrendo la possibilità di eseguire brani di vari generi e di diverse epoche, di ambito sacro, profano e goliardico. Il repertorio del Coro Grande è composto, fra gli altri, da brani quali il Credo di Vivaldi, la Messa dell’Incoronazione e il Requiem di Mozart, il Requiem di Fauré, i Carmina Burana di Orff, il Requiem di Verdi e il Requiem di Cherubini. Il Coro Grande, negli anni, ha collaborato con orchestre e cori nazionali e internazionali, senza trascurare gli impegni istituzionali con l’Università, come è testimoniato dalla sua costante presenza in importanti occasioni come le lauree honoris causa e le inaugurazioni dell’anno accademico.


The commitment carried out by the Polyphonic Choir is to bring people closer to music in the broadest sense, offering the opportunity to perform pieces of various genres and different periods: sacred, secular and goliardic. The repertoire of the Coro Grande is composed, among others, of pieces such as Vivaldi’s Credo, Mozart’s Coronation Mass and Requiem, Fauré’s Requiem, Orff’s Carmina Burana, Verdi’s Requiem and Cherubini’s Requiem. Over the years, the Polyphonic Choir collaborated with national and international orchestras and choirs, without neglecting its institutional tasks with the University, as evidenced by its constant presence on important occasions such as the honorary degrees conferment ceremonies and the inaugurations of the academic year.

Coro da Camera
direttore M° Ignacio Vazzoler


Formato da circa ventiquattro coristi, molti dei quali giovani musicisti, si dedica soprattutto al repertorio sacro e profano rinascimentale e barocco, oltre allo studio della musica corale contemporanea. Per l’attività che comporta la partecipazione di ensemble strumentali, il Coro da Camera si avvale di formazione di musicisti specializzati nella prassi esecutiva con strumenti antichi. Dalla sua fondazione nel 1979, il Coro da Camera ha affrontato repertori di grande interesse e originalità, pubblicando, inoltre, quattro CD dal 2000 ad oggi, due dei quali contengono prime registrazioni mondiali di opere inedite.


The Chamber Choir, composed of about twenty-four singers, many of whom young musicians, is mainly dedicated to the sacred and profane repertoire of the Renaissance and the Baroque, as well as to the study of contemporary choral music. For the repertoire that involves instrumental ensembles, the Chamber Choir collaborates with musicians specialized in performing with ancient instruments. Since its foundation in 1979, the Chamber Choir has chosen repertoires of great interest and originality, also publishing four CDs from 2000 to the present day, two of which containing world premieres of unpublished works.

Canto Gregoriano
direttore M° Massimo Bisson


L’attività del gruppo di Canto Gregoriano si configura come un laboratorio che si prefigge di dare ai partecipanti un’alfabetizzazione di base sul repertorio vocale più antico dell’Occidente. Il corso affronta, fra l’altro, questioni riguardanti la storia e la diffusione di questo antico canto cristiano, insieme all’approfondimento di tecniche esecutive, con lo scopo di fornire ai partecipanti un’esperienza circa i problemi interpretativi e agogici. Le attività sono organizzate in lezioni che richiedono una frequenza pari a tre ore settimanali. Il gruppo di Canto Gregoriano, lungo vari anni di attività, ha partecipato a numerosi eventi in Veneto e a Roma.


The activity of the Gregorian Chant group is configured as a laboratory that aims to give the participants a basic alphabetization on the oldest vocal repertoire of Western Europe. The course, among other things, deals with issues concerning the history and dissemination of the repertoire, while deepening performance techniques. The aim is to provide the participants with awareness of interpretative and agogic problems, through actual experience. The activities are organized as lessons of three hours per week. The Gregorian Chant group, over the years, participated to numerous events in the Veneto region and in Rome.

Orchestra
direttore M° Mauro Roveri


L’Orchestra, composta da circa una trentina di elementi, è aperta a studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’Università di Padova, ai quali offre la possibilità di vivere una stimolante esperienza di formazione musicale attraverso lo studio di composizioni che vanno dal periodo barocco a quello post-romantico. L’orchestra del Concentus si è esibita in prestigiose sale da concerto in Veneto, in Trentino e in Lombardia, anche attraverso la collaborazione con importanti solisti e direttori.


The Orchestra, currently composed of about thirty elements, is open to students, professors and to the technical-administrative staff of the University of Padua, to whom it offers the opportunity to live a stimulating experience of group music training, through the study of compositions ranging from Baroque to the post-Romantic period. The Orchestra of the Concentus Musicus Patavinus performed in prestigious concert halls in Veneto, Trentino and Lombardy, also through collaboration with important soloists and conductors.

Gruppo Jazz “Big Band Unipd”
direttore M° Michele Polga


Nato nel 2013, il gruppo Jazz è composto da diciotto elementi. Il repertorio della Big Band Unipd comprende arrangiamenti originali scritti da Ettore Martin, Alessandro Arcuri, Marcello Tonolo, Alessandro Fedrigo, Nicola Privato, Ludovico Rinco e Michele Polga. Oltre a queste composizioni, l’orchestra esegue una selezione di arrangiamenti storici del repertorio di Count Basie e Duke Ellington. La direzione dell’ensemble è a cura di Michele Polga.


Founded in 2013, the Jazz group is composed of eighteen elements. The Big Band Unipd’s present repertoire encompasses original arrangements by Ettore Martin, Alessandro Arcuri, Marcello Tonolo, Alessandro Fedrigo, Nicola Privato, Ludovico Rinco and Michele Polga. In addition to these compositions, the Group performs a selection of historical arrangements from the repertoire of Count Basie and Duke Ellington. The ensemble is conducted by Michele Polga.