Offerta Didattica | Dipartimento dei Beni Culturali:

Offerta Didattica

Corso di laurea in
ARCHEOLOGIA
LE0601, ordinamento 2008/09, A.A. 2016/17

Principali informazioni sul corso
Tipologia di corso Corso di laurea D.M. 270/2004
Anno di attivazione 2008/09
Classe L-1 - Classe delle lauree in Beni culturali
Titolo rilasciato Laurea
Sede Padova
Lingua di erogazione Italiano
Curricula attivati Percorso Comune
Corsi affini LE1855 - STORIA E TUTELA DEI BENI ARTISTICI E MUSICALI
Corsi della stessa classe    --

Regolamento didattico Regolamento Regolamento vigente, emanato con DR n. 2710/2014 del 29/09/2014
Allegato1 Quadro generale delle attività formative
Allegato2 Attività formative proposte, elenco degli insegnamenti e loro organizzazione in moduli

Descrizione del percorso formativo previsto per gli immatricolati nell'A.A. 2016/17 percorso_formativo.pdf

Accesso

Ci si può iscrivere solo all'A.A. 2017/18

Prove di ammissione e Preselezioni
Dati aggiornati al 20/07/2017, ore 07:30
Prova di ammissione Periodo di preimmatricolazione Iscritti alla
prova di ammissione
Di cui iscritti al corso
con opzione di prima scelta, se prevista
Scuola di Scienze Umane, Sociali e del patrimonio culturale - Corsi di laurea con prova di accertamento obbligatoria termine scaduto il 26/09/2016 2502 118
Contingenti Riservati - Scuola di Scienze Umane dal -- al -- 32 Ancora nessun iscritto

Insegnamenti del corso di studio
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ LE07104344 LEGISLAZIONE DEI BENI CULTURALI 6 I Primo semestre MADDALENA MAZZOLENI
000ZZ LE26104472 LETTERATURA LATINA 9 I Secondo semestre SARA VELLARDI
000ZZ LEN1032866 STORIA DELL'ARTE CLASSICA 9 I Primo semestre MONICA SALVADORI
000ZZ LE33108198 STORIA DELL'ARTE MEDIEVALE 9 I Secondo semestre MARTA MINAZZATO
000ZZ LE21108744 STORIA GRECA 9 I Primo semestre FLAVIO RAVIOLA
000ZZ LE18108803 STORIA ROMANA 9 I Secondo semestre LUCA FEZZI
000ZZ LE01122425 TECNICHE DI SCAVO E DI RICOGNIZIONE 9 I Secondo semestre ARMANDO DE GUIO
000ZZ LEL1000443 ARCHEOLOGIA GRECA 6 II Primo semestre JACOPO BONETTO
000ZZ LE07101474 CIVILTA' DELL'ITALIA PREROMANA 6 II Secondo semestre SILVIA PALTINERI
000ZZ LE08103533 GEOGRAFIA STORICA 6 II Primo semestre ANDREA PASE
000ZZ LE38104449 LETTERATURA ITALIANA 9 II Primo semestre DONATELLA RASI
000ZZ LE05105857 METODI CHIMICI E FISICI DI ANALISI DEI BENI CULTURALI 6 II Primo semestre RENZO BERTONCELLO
000ZZ LEL1000428 PALETNOLOGIA 9 II Secondo semestre MICHELE CUPITO'
000ZZ LE22108753 STORIA MEDIEVALE 9 II Secondo semestre MARIA CRISTINA LA ROCCA
000ZZ LE19100461 ARCHEOLOGIA MEDIEVALE 9 III Secondo semestre ALEJANDRA CHAVARRIA ARNAU
000ZZ LEM0016037 ARCHEOLOGIA ROMANA 9 III Primo semestre MARIA STELLA BUSANA
000ZZ LE07106268 NUMISMATICA GRECA E ROMANA 6 III Secondo semestre MICHELE ASOLATI
000ZZ LEM0012711 TOPOGRAFIA ANTICA 6 III Primo semestre GUIDO ROSADA

Lingue (non erogabili)
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ LEM0018822 PRIMA LINGUA STRANIERA: FRANCESE 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018824 PRIMA LINGUA STRANIERA: INGLESE 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018826 PRIMA LINGUA STRANIERA: SPAGNOLO 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018829 PRIMA LINGUA STRANIERA: TEDESCO 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018827 SECONDA LINGUA STRANIERA: FRANCESE 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018831 SECONDA LINGUA STRANIERA: INGLESE 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018833 SECONDA LINGUA STRANIERA: SPAGNOLO 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018835 SECONDA LINGUA STRANIERA: TEDESCO 3 I Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018822 PRIMA LINGUA STRANIERA: FRANCESE 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018824 PRIMA LINGUA STRANIERA: INGLESE 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018826 PRIMA LINGUA STRANIERA: SPAGNOLO 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018829 PRIMA LINGUA STRANIERA: TEDESCO 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018827 SECONDA LINGUA STRANIERA: FRANCESE 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018831 SECONDA LINGUA STRANIERA: INGLESE 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018833 SECONDA LINGUA STRANIERA: SPAGNOLO 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO
000ZZ LEM0018835 SECONDA LINGUA STRANIERA: TEDESCO 3 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO

Altre attività formative (non erogabili)
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ SUP4069217 LABORATORIO DI ICONOGRAFIA CLASSICA 3 I Annuale MONICA SALVADORI
000ZZ SUP5074157 SCAVO E STUDIO DI STRUTTURE E MATERIALI PROTOSTORICI 6 I Annuale
000ZZ SP03111193 ABILITA' INFORMATICHE 3 II Annuale NICOLA ORIO
000ZZ LEO2044716 LABORATORI, ESERCITAZIONI, ESCURSIONI E SCAVI 1 6 II Annuale SILVIA PALTINERI
000ZZ SUP4069197 LABORATORIO DI ARCHEOLOGIA DELL'EDILIZIA 3 II Annuale JACOPO BONETTO
000ZZ SUP4069045 LABORATORIO DI GIS 3 II Annuale GIUSEPPE SALEMI
000ZZ SUP6075678 LABORATORIO DI MATERIALI PROTOSTORICI 3 II Annuale MICHELE CUPITO'
000ZZ LEO2044710 SCAVO E STUDIO DEI SITI URBANI DI ETA' CLASSICA 1 6 II Annuale JACOPO BONETTO
000ZZ LEO2044718 LABORATORI, ESERCITAZIONI, ESCURSIONI E SCAVI 2 6 III Annuale SILVIA PALTINERI
000ZZ SUP4065004 LABORATORIO DI CERAMICA ROMANA 6 III Annuale MARIA STELLA BUSANA
000ZZ SUP4065006 LABORATORIO DI MATERIALI MEDIEVALI 3 III Annuale ALEJANDRA CHAVARRIA ARNAU
000ZZ SUP4065085 LABORATORIO DI NUMISMATICA 3 III Annuale MICHELE ASOLATI
000ZZ SUP5074239 LABORATORIO DI TOPOGRAFIA 3 III Annuale
000ZZ SUP4063091 SCAVO E STUDIO DEI SITI DI ETA' MEDIEVALE 6 III Annuale
000ZZ LEO2044712 SCAVO E STUDIO DEI SITI URBANI DI ETA' CLASSICA 2 6 III Annuale ANDREA RAFFAELE GHIOTTO

Prove finali
Curr. Codice Insegnamento CFU Anno Periodo Responsabile
000ZZ LE08106948 PROVA FINALE 6   Annuale

Obiettivi formativi del corso di studio
Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo
Il Corso di laurea triennale in Archeologia si propone di fornire agli studenti una solida preparazione sulle principali culture antiche succedutesi nel Mediterraneo e in Europa dalla Preistoria al Medioevo, attraverso lo studio di molteplici insegnamenti di carattere archeologico, storico-artistico e culturale. Il Corso si prefigge, inoltre, di far conoscere le principali linee metodologiche della scienza archeologica moderna, nonché di promuovere l’apprendimento di materie specialistiche di ambito chimico, fisico e geologico applicate alla conoscenza dei materiali e dei contesti archeologici. Queste conoscenze teoriche sono integrate da un percorso formativo a carattere pratico con esercitazioni (stages) presso cantieri archeologici per l’apprendimento delle metodologie dello scavo archeologico stratigrafico, della ricognizione di superficie, dell’uso della strumentazione grafica, fotografica e topografica di rilievo, dell’elaborazione informatica dei dati. Il percorso formativo prevede, infine, lo studio della legislazione dei Beni Culturali; la buona padronanza di almeno una lingua moderna dell’Unione Europea e la conoscenza dei principali strumenti informatici applicati alla ricerca, alla tutela e alla valorizzazione dei Beni Culturali, in particolare del patrimonio archeologico

Risultati di apprendimento attesi, espressi tramite i descrittori europei del titolo di studio
Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
Il laureato in Archeologia al termine del suo percorso formativo deve aver acquisito buone conoscenze di base nell’ambito dell’archeologia e della storia dell’arte pre-protostorica, classica e medievale ed essere in grado di comprendere le dinamiche che nel corso dei secoli hanno condotto alla nascita e allo sviluppo delle civiltà nel bacino del Mediterraneo e in Europa. Il laureato, inoltre, deve possedere un’adeguata preparazione nella metodologia dello scavo archeologico e nelle tecniche di rilevamento grafico, fotografico e topografico; nella legislazione dei Beni Culturali, con particolare riferimento alla gestione e valorizzazione del patrimonio archeologico; deve avere completa padronanza scritta e parlata di almeno una lingua dell’Unione Europea ed essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici di gestione dati e comunicazione telematica in ambito archeologico.Le prove orali di esame consentiranno, al termine di ogni insegnamento, la verifica del conseguimento dei risultati attesi.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
Il laureato deve essere in grado di compiere l’analisi tipologica, iconografica e stilistica di un manufatto antico sapendolo collocare nel contesto storico, sociale e culturale di appartenenza e deve dar prova di aver sviluppato capacità analitiche e di sintesi storica. Il laureato deve, inoltre, possedere le competenze pratiche e operative per poter svolgere attività archeologiche sul campo ed interpretare criticamente, alla luce delle conoscenze acquisite nell’ambito del corso di studio, i dati archeologici emersi, al fine di ricostruire un dato contesto storico e culturale. Tale capacità sara verificata in particolare nella partecipazione alle attività seminariali previste dal corso, comprensiva di puntuale approfondimento e sviluppo dei temi e problemi trattati, affidati ad ogni singolo studente.
Autonomia di giudizio (making judgements)
Il laureato deve saper mettere a frutto le conoscenze e le competenze acquisite nel corso del triennio nell'ambito delle discipline archeologiche sviluppando un metodo di lavoro autonomo e affinando le proprie capacità critiche e di giudizio nel campo della ricerca storico-archeologica. L'autonomia di giudizio qui richiesta sarà verificata ad ogni livello delle prove di valutazione dell'apprendimento cui gli studenti saranno soggetti (esami, seminari e prova finale).
Abilità comunicative (communication skills)
Capacità di apprendimento (learning skills)
Il laureato, infine, deve aver appreso e consolidato un metodo di studio, una capacità di comprensione e di rielaborazione di testi scientifici, un'abilità di analisi e di sintesitali da consentirgli di proseguire la carriera universitaria in piena autonomia, nell’ambito degli studi di 2° ciclo (Corso di laurea magistrale, Master Universitario di I livello). La verifica della maturità acquisita sarà verificata in particolare durante la preparazione e all'atto della discussione della prova finale.

Altre informazioni
Conoscenze richieste per l'accesso
L’accesso al Corso di laurea in Archeologia non è disciplinato da una verifica delle competenze, sono tuttavia ritenute necessarie al fine di affrontare questo corso di studio conoscenze specifiche nell’ambito della Lingua e Letteratura Italiana e nell’ambito della Storia e Geografia, nonché un buon livello di competenza in almeno una lingua europea. In particolare, per quanto riguarda la Lingua e Letteratura Italiana lo studente deve conoscere bene gli elementi essenziali della grammatica italiana, saper padroneggiare i termini del lessico corrente; saper riconoscere e discriminare gli stili letterari; conoscere autori e opere in rapporto alle diverse epoche e ai generi letterari. Per quanto riguarda la Storia e Geografia lo studente deve possedere una conoscenza sintetica dei diversi periodi storici e dei principali eventi e processi che li caratterizzano; deve, inoltre, avere conoscenze di geografia storica, politica ed economica. Ai fini di un agevole accesso al corso di laurea, si ritengono qualità importanti la capacità di scrivere correttamente e il possesso di buone abilità verbali e di comprensione lessicale e di testi nella lingua italiana e in almeno una lingua straniera. La verifica all'accesso della personale preparazione sarà effettuara con modalità che verrano definite nel Regolamento didattico del corso di studio.
Caratteristiche della prova finale
La prova finale è costituita da una dissertazione scritta, su un tema concordato con un docente del corso. Lo studente deve dimostrare di aver acquisito dimestichezza nella ricerca bibliografica, facoltà di analisi critica dei dati e capacità di sintesi nello svolgimento del tema prescelto.
Sbocchi occupazionali
Il Corso di laurea in Archeologia si propone di formare: archeologi da inserire nelle sedi periferiche del Ministero dei Beni e delle Attività culturali (Soprintendenze archeologiche e regionali), negli enti locali (Comuni, Province, Regioni) e negli enti museali pubblici e privati; operatori in società di servizi specializzate nel settore degli scavi archeologici; esperti d'arte antica (classificatore, certificatore, documentarista, consulente nel settore del restauro); esperti di pubblicità e divulgazione multimediale nel settore dei Beni Culturali; consulenti per progettazione e gestione di siti e parchi archeologici; operatori impegnati nella realizzazione di carte archeologiche, nelle valutazioni di rischio nell’ambito dell’archeologia preventiva (legge 109/2005), nei censimenti.
Parere delle parti sociali
La trasformazione dei corsi di studio é stata un'occasione di revisione degli ordinamenti previgenti, effettuata in accordo con quanto stabilito dal DM 270/2004 e realizzata per cercare di superare le criticità riscontrate durante l'esperienza della riforma ex DM 509/1999 (tra queste il frazionamento degli esami, l'allungamento della durata effettiva degli studi, il mancato riscontro dei contenuti negli sbocchi occupazionali). Il punto di partenza di tale revisione é stato quanto realizzato nelle precedenti consultazioni, rielaborato poi dalle Facoltà e presentato nel corso dei mesi scorsi in riunioni con le parti sociali più direttamente coinvolte.
Massimo numero di crediti riconoscibili: 9
(Crediti riconoscibili sulla base di conoscenze e abilitàprofessionali certificate individualmente, nonché altreconoscenze e abilità maturate in attività formativedi livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazionel'Università abbia concorso)
Approvazioni
20/12/2007: Consultazione degli Organi del mondo della produzione, servizi e professioni
10/01/2008: Approvazione del Consiglio di Facoltà
16/01/2008: Approvazione del Nucleo di Valutazione
22/01/2008: Approvazione del Senato Accademico
28/05/2008: Decreto Ministeriale di approvazione dell'ordinamento didattico
05/06/2008: Decreto Rettorale di emanazione
Utenza sostenibile
Sede Utenza sostenibile