Notizie relative alla categoria: Attività pratiche LM Scienze Archeologiche

LABORATORIO DI BIOARCHEOLOGIA IN CONTESTI MEDIEVALI (Marzo-Aprile 2020)

DESCRIZIONE
Le analisi bioarcheologiche applicate ai complessi funerari del passato hanno sperimentato uno straordinario sviluppo ed è possibile, grazie ad uno studio accurato delle ossa umane rinvenute nei cantieri archeologici, risalire a numerose informazioni legate alla “biografia” degli inumati identificando aspetti legati all'alimentazione, l'occupazione, le condizioni igieniche e quindi il loro stato di salute, la loro origine geografica.
Il laboratorio ha l'obiettivo di introdurre i principali metodi e strumenti utilizzati oggi nella bioarcheologia (dall'analisi autoptica delle ossa per identificare sesso, età, stress occupazionali e malattie) ad analisi più complesse come gli isotopi stabili o il DNA. Il corso, di carattere eminentemente pratico, analizzerà diversi complessi di epoca medievale e sarà tenuto da riconosciuti esperti nella materia.

CREDITI: 3

CALENDARIO DELLE LEZIONI PRESSO I LABORATORI DI PONTE DI BRENTA (Totale 21 ore)
- Giovedi 5 marzo, ore 14-17
- Giovedi 12 marzo, ore 14-17
- Giovedi 19 marzo, ore 14-17
- Giovedi 26 marzo, ore 14-17
- Giovedi 2 aprile, ore 14-17
- Giovedi 16 aprile, ore 14-17
- Giovedi 23 aprile, ore 14-17

ISCRIZIONI
Possono presentare domanda tutti gli studenti iscritti al corso di laurea triennale in Archeologia e gli studenti della laurea magistrale in Scienze Archeologiche inviando una mail allegando un breve curriculum a: chavarria@unipd.it

NUMERO DI POSTI DISPONIBILI: 8
RESPONSABILE DELL’ATTIVITÀ: Prof. Alexandra Chavarria Arnau
INFORMAZIONI: chavarria@unipd.it

Laboratorio "Rendere visibile l’invisibile" (marzo-giugno 2020)

DIDATTICA INNOVATIVA PER GLI STUDENTI (BANDO 2019)

RESPONSABILE DELL’ATTIVITA’: prof.ssa Maria Stella Busana
INFORMAZIONI: mariastella.busana@unipd.it; agnesemaria.lena@studenti.unipd.it; fabio.spagiari@studenti.unipd.it

DESCRIZIONE
Il laboratorio, articolato in 11 incontri, si inserisce nell’ambito delle ricerche condotte dal Dipartimento sulla produzione tessile nella Venetia romana e intende fornire una formazione aggiornata sulle metodologie di studio proprie dell’archeologia tessile, in particolare sugli strumenti utilizzati nelle varie fasi del processo produttivo, sulle fibre e sui tessuti. Nonostante l’importanza e la diffusione dell’attività tessile nell’antichità, si tratta di un settore d’indagine poco studiato e raramente affrontato nei percorsi universitari, anche per la difficoltà di comprendere il significato dei manufatti e di identificare i resti tessili. Tuttavia, in anni recenti tale studio ha sviluppato nuovi metodi di analisi, giungendo a risultati impensabili fino a pochi anni fa.
La partecipazione attiva degli studenti e l’interazione diretta coi reperti (strumenti e tessuti) saranno alla base del laboratorio che permetterà di mettere in pratica su un nuovo caso-studio le conoscenze e le metodologie di analisi apprese durante le lezioni seminariali, condotte da diversi esperti del settore. Nell’ambito del percorso formativo sarà poi organizzato un viaggio didattico al Laboratorio di Ricerche Applicate di Pompei presso cui sono conservati e studiati gli strumenti e i reperti tessili rinvenuti nel centro vesuviano. Inoltre, grazie alla partecipazione di artigiani, gli studenti apprenderanno e sperimenteranno direttamente le principali tecniche antiche di lavorazione tessile, in special modo la filatura e la tessitura.

PERIODO: undici incontri, dalle 14.30 alle 17.30, tra inizio marzo e inizio giugno (4, 11, 19, 25 marzo; 1, 8, 15, 21-22 (Pompei), 29 aprile; 3 giugno)
CREDITI: 6 CFU - POSTI DISPONIBILI: max 10

ISCRIZIONI
La partecipazione è aperta a tutti gli studenti del corso di laurea triennale in Archeologia, del corso di laurea magistrale in Scienze Archeologiche e della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici.
Per iscriversi: mandare una mail entro il 25 febbraio a agnesemaria.lena@studenti.unipd.it.
Gli interessati sono pregati di allegare un breve curriculum contenente i dati anagrafici, l’indirizzo e-mail, anno di iscrizione, gli esami sostenuti e i voti, la materia di laurea se definita.
Gli studenti selezionati verranno contattati personalmente all’indirizzo di posta istituzionale e verrà fornito loro il programma completo.
È richiesta un’attiva partecipazione alle attività del laboratorio.

LABORATORIO DI STATISTICA PER L’ARCHEOLOGIA (Maggio 2020)

DESCRIZIONE
Il Laboratorio di Statistica per l’Archeologia si propone di fornire la conoscenza dei problemi tipici delle Scienze Archeologiche che possono essere risolti avvalendosi della statistica, come ad esempio, la cronologia dei reperti, la provenienza dei materiali edilizi, la collocazione dei manufatti nelle sepolture, la numismatica.
Durante il laboratorio verranno fornite agli studenti alcune conoscenze di base della statistica, funzionali per la soluzione di problemi reali con dataset reali. Il software Excel sarà lo strumento informatico di riferimento per le analisi statistiche. A tal proposito, sono previste esclusivamente sessioni interattive con lezioni in modalità sincrona in Zoom.

Inoltre, verranno date le linee guida per la costruzione ex novo di dataset in Excel a partire da dati di scavo o dallo studio dei manufatti, in modo che siano prontamente utilizzabili sia dall’archeologo, quando fa le analisi statistiche in autonomia, sia dallo statistico del team di ricerca.

CREDITI: 3 CFU

CALENDARIO DELLE LEZIONI via ZOOM
Il Laboratorio inizierà la prima o la seconda settimana di Maggio.
Una volta creata la lista degli ammessi sarà inviato un Doodle per identificare le fasce orarie di lezione più idonee per evitare sovrapposizioni con gli insegnamenti del II semestre.

ISCRIZIONI (fino a mercoledì 22 aprile)
Possono presentare domanda tutti gli studenti iscritti al corso della laurea magistrale in Scienze Archeologiche. Verrà data priorità ai laureandi delle sessioni di Giugno, Luglio, Settembre ed Ottobre. Per iscriversi è necessario compilare il seguente modulo:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdCs-7F_w43P0C2AYS5vkYjKZuBB2VDUyCmE594A2gLZRiCMw/viewform?usp=sf_link

Agli studenti partecipanti è richiesta un’attiva partecipazione alle attività previste dal laboratorio.

NUMERO POSTI DISPONIBILI: 20
RESPONSABILE DELL’ATTIVITA’: Prof.ssa Claudia Furlan
INFORMAZIONI: furlan@stat.unipd.it

Progetto "ARCANA: Archeologia e Ricerca in Cavità Artificiali e Naturali Antropizzate" (febbraio-dicembre 2020)

Referenti: prof. Armando De Guio (Tecniche di Scavo e Ricognizione), dr. Luigi Magnini, Marika Cogo

Destinatari: studenti della Laurea triennale in Archeologia, della Laurea magistrale in Scienze Archeologiche e della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici
durata: febbraio 2020 – dicembre 2020

Per informazioni e iscrizioni inviare entro il 10 febbraio una email con curriculum vitae e percorso universitario (esami sostenuti, argomento di tesi, corso sicurezza ecc.) a
stempa.unipd@gmail.com

Il progetto mira a: insegnare le basi per impostare un intervento archeologico in ambienti ipogei; utilizzare attrezzature speleologiche e tecniche di progressione orizzontali e verticali in grotta; fornire conoscenze base di geomorfologia e geologia che consentiranno ai partecipanti di riconoscere i meccanismi di formazione speleogenetica; eseguire attività di topografia e rilievo in aree ristrette e con limitazioni di movimento e visibilità; analizzare e interpretare i contesti archeologici ipogei attraverso la lettura delle tracce antropiche e dei processi formativi del deposito.

Le attività verranno svolte sia in laboratorio che sul campo con incontri regolari da concordare. La partecipazione è possibile anche per coloro che prevedono di finire il ciclo di studi durante il periodo di attivazione del progetto. Gli interessati sono invitati a presentarsi lunedì 10 febbraio ore 11 in Aula Consiglio (Liviano) per la presentazione delle attività.

Info e contatti: www.facebook.com/stempa.unipd
www.progettostempa.com

Laboratorio di Georisorse per i Beni Culturali e di Archeometria (marzo-giugno 2020)

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Archeologiche
RESPONSABILE DELL’ATTIVITA’: Dott. Michele Secco
INFORMAZIONI: michele.secco@unipd.it

DESCRIZIONE
Il laboratorio sarà strutturato in una serie di attività pratiche in situ e di laboratorio atte alla caratterizzazione di materiali inorganici di interesse culturale. L’obbiettivo finale del percorso formativo consiste nel fornire allo studente competenze operative di base nell’ambito dell’archeometria, ovvero la scienza che si occupa dello studio con analisi di laboratorio dei materiali di cui i beni di interesse storico, archeologico, artistico e architettonico sono costituiti. Durante le attività pratiche verranno inoltre ripresi concetti teorici di base di chimica, fisica e mineralogia necessari alla comprensione della natura dei materiali analizzati. Il corso sfrutterà come caso studio esemplificativo la tematica dell’analisi dei geomateriali utilizzati nel costruito storico-archeologico, sia strutturali che decorativi, dal nucleo della struttura architettonica (malte, calcestruzzi, mattoni, elementi lapidei) alla sua superficie (intonaci e rivestimenti parietali, pitture murali, stucchi). Il percorso formativo verrà strutturato affrontando in maniera pratica tutti gli aspetti relativi all’analisi archeometrica dei materiali succitati, dal campionamento all’interpretazione finale dei dati analitici.

PERIODO: marzo - giugno 2020, per un totale di 48 ore, articolate approssimativamente in tre incontri mensili.
CREDITI: 6 CFU - POSTI DISPONIBILI: 8

ISCRIZIONI
Possono presentare domanda tutti gli studenti iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Archeologiche. La richiesta di partecipazione avviene tramite piattaforma Moodle. La scadenza per la presentazione delle domande è il 28 febbraio 2020. Si richiede inoltre di inviare una e-mail a michele.secco@unipd.it con un breve curriculum contenente dati anagrafici, indirizzo e-mail, anno di iscrizione, esami sostenuti e voti, materia di laurea,
se definita. Gli studenti selezionati saranno contattati personalmente all’indirizzo di posta elettronica istituzionale. In tale occasione saranno specificati anche data e orario del primo incontro. Agli studenti selezionati è richiesta un’attiva partecipazione alle attività previste dal laboratorio.

Laboratorio di Analisi, rilievo e conservazione dei monumenti antichi (marzo-aprile 2020)

RESPONSABILE DELL’ATTIVITA’: Dott.ssa Caterina Previato
INFORMAZIONI: caterina.previato@unipd.it

DESCRIZIONE
Il laboratorio si articola in una serie di lezioni frontali e attività sul campo finalizzate a fornire agli studenti conoscenze di base sulle principali metodologie e tecniche di analisi e rilievo dei monumenti antichi. Nel corso del laboratorio, gli studenti avranno modo di dedicarsi in prima persona alla pratica del rilievo diretto e indiretto (uso della stazione totale, restituzione dei dati con programmi di tipo CAD, uso di software di fotogrammetria 2D, etc.). Le esercitazioni si svolgeranno in parte a Padova e in parte nel sito archeologico di Pompei.


PERIODO
: 12 marzo - 23 aprile 2020
Il primo incontro è fissato per giovedì 12 marzo 2020 alle ore 14:30 a Palazzo Maldura, aula A.
Le lezioni e le attività pratiche si terranno il giovedì e il venerdì dalle ore 14:30 alle 16:30. Il calendario e il programma del laboratorio verrà illustrato nel corso del primo incontro.

CREDITI: 6 CFU - POSTI DISPONIBILI: 10

REQUISITI
Il laboratorio è rivolto a studenti iscritti al corso di Laurea triennale in Archeologia. In casi eccezionali, potranno partecipare anche studenti iscritti al corso di Laurea magistrale in Scienze archeologiche. La frequenza è obbligatoria.

ISCRIZIONI
La richiesta di partecipazione avviene tramite Moodle. La scadenza per la presentazione delle domande è il 24 febbraio 2020. Gli interessati a partecipare sono pregati di caricare on-line un breve curriculum con indicato: dati anagrafici, indirizzo e-mail, anno di iscrizione, elenco degli esami sostenuti e relativi voti, materia di laurea (se definita), precedenti esperienze di scavo e/o rilievo. Gli studenti selezionati saranno avvisati tramite e-mail.

Progetto "Fake on Trial Processo ai Falsi d’Arte Antica"

PROGETTO DI INNOVAZIONE DIDATTICA
Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto
Dipartimento dei Beni Culturali

RESPONSABILE SCIENTIFICO: 
Prof. Avv. Paolo Moro - paolo.moro@unipd.it

INFORMAZIONI: 
progettomemo@unipd.it

DESCRIZIONE
Il progetto “Fake on Trial: Processo ai Falsi d’Arte Antica” propone un ciclo interdisciplinare di attività seminariali e pratiche, affiancato ad un’ampia e articolata simulazione processuale (moot court competition), al fine di fornire agli studenti partecipanti conoscenze e competenze della giurisprudenza forense (law in action) e delle scienze archeologiche.
Obiettivi della proposta, che si basa sugli studi e sulle applicazioni della metodologia forense, sono la preparazione istruttoria e lo svolgimento tecnico di un dibattimento giudiziale simulato sul tema della contraffazione di beni culturali.
Il caso oggetto di dibattimento, infatti, riguarderà il problema giuridico e artistico del falso che, in quanto prodotto di consumo, è legato non solo alla legge economica della domanda e dell’offerta e al comportamento tipico dei collezionisti di ogni tempo, ma anche al delitto di contraffazione, che lede la Comunità e l’idea stessa di Cultura.

Periodo di svolgimento: marzo-maggio 2020
Numero posti disponibili: 25
Tipologia attività: pratica e seminariale

Iscrizioni: riservate agli studenti del IV e V anno di corso di studi in Giurisprudenza (Padova e Treviso), agli studenti di Scienze Archeologiche e della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici

Candidature: entro il 29 febbraio 2020 inviando una email a progettomemo@unipd.it e allegando il Curriculum vitae et studiorum (votazioni esami, numero di matricola, eventuale argomento tesi)

Calendario: dal 12 marzo, 5 incontri bimensili pomeridiani (giovedì pomeriggio)

Termine attività: 21-22 maggio, Castelfranco Veneto (TV), Giornata di Studi e Simulazione processuale

Facilitazioni per gli studenti: pagina Moodle dedicata; servizio di tutoring; eventuali spese di trasporto sostenute dal progetto; possibilità di pubblicazione dei risultati in apposito volume.

Laboratorio di reperti archeologici 2020: scavi di Nora e di Aquileia

DESCRIZIONE: A marzo prenderanno il via i laboratori di studio e catalogazione dei materiali archeologici provenienti dagli scavi condotti dall’Università di Padova presso l'antica città di Nora (CA) e il teatro romano di Aquileia (UD). Gli studenti parteciperanno attivamente, con lavori di gruppo, alle operazioni di siglatura, catalogazione informatizzata, disegno e riconoscimento preliminare dei reperti. I partecipanti avranno inoltre la possibilità di approfondire in prima persona lo studio di alcuni materiali provenienti da contesti particolarmente significativi per la storia delle due città antiche. Il laboratorio corrisponde alle attività: “Laboratorio di reperti archeologici - Nora” (prof. J. Bonetto) e “Laboratorio di reperti archeologici - Aquileia” (prof. A.R. Ghiotto).

PERIODO: 4, 11, 18, 24, 31 marzo; 7, 15, 22, 29 aprile; 5, 13 maggio: dalle 9.00 alle 13.00
CREDITI: 6 CFU
SEDE: Laboratorio di Archeologia, via delle Ceramiche 28, Ponte di Brenta

ISCRIZIONI: Per iscriversi inviare una e-mail a anna.riccato@phd.unipd.it oppure a chiara.andreatta.1@studenti.unipd.it entro il 14 febbraio, allegando un breve curriculum del proprio percorso di studi. Gli studenti selezionati riceveranno comunicazione via e-mail.
RESPONSABILI DELL’ATTIVITA’: Proff. Jacopo Bonetto, Andrea Raffaele Ghiotto

INFORMAZIONI: anna.riccato@phd.unipd.it oppure chiara.andreatta.1@studenti.unipd.it

Laboratorio "Dal micro al macro: strumenti per conoscere, analizzare e ricostruire gli edifici di età romana della X Regio – Venetia et Histria" (febbraio-giugno 2020)

DESCRIZIONE
Il laboratorio, articolato in una serie di lezioni frontali ed attività pratiche, si propone di fornire un approfondimento sui più moderni metodi di studio e analisi di edifici e monumenti antichi.
La prima parte del laboratorio prevede una serie di lezioni frontali, finalizzate a fornire agli studenti gli strumenti per distinguere i diversi tipi di materiali da costruzione e le tecniche costruttive in uso nel mondo antico, con approfondimenti specifici sulle analisi archeometriche applicabili allo studio dei materiali da costruzione e sui più recenti metodi di studio degli edifici antichi.
All’introduzione teorica, seguiranno attività pratiche in laboratorio e uscite sul campo finalizzate a fornire loro le competenze per analizzare in forma diretta i monumenti di età romana nelle loro caratteristiche materiche, tecnico-costruttive e strutturali.
Gli studenti saranno coinvolti in prima persona nello studio degli edifici di età romana presenti nelle città del Veneto e delle regioni limitrofe sia attraverso ricerche di carattere bibliografico, sia attraverso attività di analisi e rilievo sul campo.

PERIODO
: Febbraio – Giugno 2020, per un totale di 48 ore, articolate approssimativamente in due incontri mensili.
CREDITI: 6 CFU - POSTI DISPONIBILI: 10

ISCRIZIONI
Possono presentare domanda tutti gli studenti iscritti al corso di laurea triennale in Archeologia e gli studenti della laurea magistrale in Scienze Archeologiche. Per iscriversi è necessario mandare una email a caterina.previato@unipd.it, eliana.bridi@unipd.it e matteo.volpin@studenti.unipd.it entro il 10 febbraio.
Gli interessati a partecipare sono pregati di allegare un breve curriculum contenente dati anagrafici, indirizzo e-mail, anno di iscrizione, esami sostenuti e voti, materia di laurea, se definita. Gli studenti selezionati saranno contattati personalmente all’indirizzo di posta elettronica istituzionale. In tale occasione saranno specificati anche data e orario del primo incontro.
Agli studenti selezionati è richiesta un’attiva partecipazione alle attività previste dal laboratorio.

RESPONSABILE DELL’ATTIVITA’: Dott.ssa Caterina Previato
INFORMAZIONI: caterina.previato@unipd.it; eliana.bridi@unipd.it; matteo.volpin@studenti.unipd.it

L’AdC - Alfabetizzazione disegno Ceramica: laboratori sulla ceramica e sul disegno archeologico (A.A. 2019/2020)

A partire dal mese di gennaio 2020 prenderanno il via, con corsi di 10 incontri, i laboratori di alfabetizzazione sulla ceramica e
sul disegno archeologico. Proveremo a capire l’importanza dell’osservazione nella raccolta dei dati per la documentazione grafica e lo studio preliminare della ceramica e degli altri manufatti.

Quando
Ogni giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30,
I corso: dal 9/01/2020 al 12/03/2020
II corso: dal 26/03/2020 al 28/05/2020

Dove
Laboratori di Archeologia, via delle ceramiche 28, Ponte di Brenta - Padova
Posti disponibili per corso: 10

Iscrizioni
Scrivere una e-mail a: stefania.mazzocchin@unipd.it o silvia.tinazzo@unipd.it entro il 2 dicembre 2019, indicando a quale corso si desidera partecipare. La partecipazione a ciascun corso darà diritto all’acquisizione di 5 CFU.