Progetto "Fake on Trial Processo ai Falsi d’Arte Antica" | Dipartimento dei Beni Culturali:

Progetto "Fake on Trial Processo ai Falsi d’Arte Antica"

PROGETTO DI INNOVAZIONE DIDATTICA
Dipartimento di Diritto Privato e Critica del Diritto
Dipartimento dei Beni Culturali

RESPONSABILE SCIENTIFICO: 
Prof. Avv. Paolo Moro - paolo.moro@unipd.it

INFORMAZIONI: 
progettomemo@unipd.it

DESCRIZIONE
Il progetto “Fake on Trial: Processo ai Falsi d’Arte Antica” propone un ciclo interdisciplinare di attività seminariali e pratiche, affiancato ad un’ampia e articolata simulazione processuale (moot court competition), al fine di fornire agli studenti partecipanti conoscenze e competenze della giurisprudenza forense (law in action) e delle scienze archeologiche.
Obiettivi della proposta, che si basa sugli studi e sulle applicazioni della metodologia forense, sono la preparazione istruttoria e lo svolgimento tecnico di un dibattimento giudiziale simulato sul tema della contraffazione di beni culturali.
Il caso oggetto di dibattimento, infatti, riguarderà il problema giuridico e artistico del falso che, in quanto prodotto di consumo, è legato non solo alla legge economica della domanda e dell’offerta e al comportamento tipico dei collezionisti di ogni tempo, ma anche al delitto di contraffazione, che lede la Comunità e l’idea stessa di Cultura.

Periodo di svolgimento: marzo-maggio 2020
Numero posti disponibili: 25
Tipologia attività: pratica e seminariale

Iscrizioni: riservate agli studenti del IV e V anno di corso di studi in Giurisprudenza (Padova e Treviso), agli studenti di Scienze Archeologiche e della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici

Candidature: entro il 29 febbraio 2020 inviando una email a progettomemo@unipd.it e allegando il Curriculum vitae et studiorum (votazioni esami, numero di matricola, eventuale argomento tesi)

Calendario: dal 12 marzo, 5 incontri bimensili pomeridiani (giovedì pomeriggio)

Termine attività: 21-22 maggio, Castelfranco Veneto (TV), Giornata di Studi e Simulazione processuale

Facilitazioni per gli studenti: pagina Moodle dedicata; servizio di tutoring; eventuali spese di trasporto sostenute dal progetto; possibilità di pubblicazione dei risultati in apposito volume.